La Berretti vola con il fattore “M”: 3-1 alla Salernitana.

0
559

monaco, persano e montinaroCalimera (Le) – Il Lecce Berretti dà il giusto seguito alla doppia vittoria esterna a Sorrento e Melfi e, con il successo odierno contro una sgonfia Salernitana, aggancia il primo posto, occupato prima dall’Ischia in solitaria, del campionato mettendo il riga le altre avversarie. La vittoria di oggi, un 3-1 perentorio firmato da Matteo Montinaro e dalla doppietta di Mattia Persano, ha palesato la serie di limiti patiti dalla Salernitana di Chianese, compagine forte a centrocampo ma incapace di servire adeguatamente le punte e di penetrare tra le possenti mura erette dalla coppia Castellana-Risolo, autentica cerniera d’acciaio della difesa del Lecce.

Primo tempo vischioso – Il primo tempo è risultato poco gradevole agli occhi degli infreddoliti spettatori del Colaci di Calimera a causa dell’eccessivo tatticismo sfoderato dai due tecnici, intenti prima di tutto a bloccare le fonti di gioco della compagine avversaria. Il risultato del campo è il buon avvio del pacchetto arretrato leccese e del terzino Fersini capace di reggere bene sulla sua fascia; buona anche interdizione mostrata a turno da capitan Monaco e da Guadalupi. Ad un occasione della Salernitana in avvio con il difensore Amendola il Lecce ha risposto a metà frazione di gioco con l’accelerata targata Persano e Parlati: l’occasione del bomber di San Donato si è spenta sul fondo ed il tiro da fuori del centrocampista di Racale ha trovato i guanti dell’attento portiere salernitano Sabbato. La Salernitana, messa in campo da Chianese con un 4-3-3 speculare allo schieramento dei Pasculli Boys, ha pensato fin troppo a contenere le proiezioni offensive del Lecce schiacciandosi troppo nella propria trequarti di campo e lasciando l’attacco solo tra le grinfie della difesa leccese.

Il fattore M – La ripresa vede subito la rottura degli equilibri assestatisi nei primi 45’ grazie al gol del vantaggio di Mattia Persano che, servito da un D’Erriquez autore di una partita di immenso sacrificio e corsa, schiaccia di testa la palla dell’1-0 giallorosso. Il vantaggio leccese però dura solo per un quarto d’ora: al 64’ Martiniello si invola per vie centrali ed entra in contatto con Gianmarco Chironi al limite dell’area: per il direttore di gara Salentino il contatto è all’interno dell’area ed assegna il rigore che lo stesso Martiniello traduce in rete per il pari granata che, a sua volta, porta ad una serie di minuti di nervosismo tra le file giallorosse che però, fortunatamente, non portano ulteriori scossoni negativi al punteggio. Da segnalare, nel periodo in esame, una magistrale intuizione di Persano che, con una massiccia dose di estro e pazzia, centra la traversa da calcio d’inizio dopo l’1-1 della squadra guidata da Chianese. La mossa chiave operata da Pedro Pablo Pasculli è l’ingresso in campo di Davide Gaetani che, subentrato a Parlati, costruisce assieme a Persano un duo d’attacco che propizia il 2-1 giallorosso del 70’: azione tambureggiante coordinata dal furetto martanese e da Luca Guadalupi, cross e gol in rovesciata di Matteo Montinaro che dopo dieci minuti porge anche l’assist a Mattia Persano per il più facile dei tocchi all’interno dell’area valevole per un 3-1 che non concede repliche ai campani che, innervositi dall’andamento della partita, perdono un po’ le staffe e si lasciano andare ad una serie di interventi da censurare. Il Lecce non corre altri pericoli e può godersi l’aggancio all’Ischia in vetta alla classifica del girone E del Campionato Nazionale Berretti grazie ad un secco successo che permette ai giallorossi di candidarsi seriamente per la vittoria finale. 

Il tabellino

Lecce (4-3-3): Chironi; Potenza, Risolo, Castellana, Fersini; Monaco, Guadalupi (dall’86’ Rotunno), Parlati (dal 65’ Gaetani); Montinaro, Persano (dall’84’Morello), D’Erriquez. A disposizione: Petrarca, Moriero, Mancarella, Sindaco. All. Pasculli.

Salernitana(4-3-3): Sabbato; Giacchetti (dall’88’Bruno), Amendola, Rodio, Gazzaneo; Nappo, Bovi, Micillo; D’Avella (dal 54’Tommasello), Martiniello, Somma (dal 56’Cassetta). A disposizione: Di Micco, Di Matteo, Aprile, Annunziata. All. Chianese. 

RETI: 47’ Persano (L), 64’ Martiniello rig. (S), 70’ Montinaro (L), 81’ Persano (L).

Espulso Rodio(S) per doppia ammonizione, Ammoniti Castellana, Chironi (L), Bovi e Micillo (S).

{loadposition addthis}

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleIl giorno di Ciro e Michele
Next articleUn IO ipertrofico