Rullo: “Devo trasmettere ai giovani la mentalità dei tifosi”

0
398

Erminio RulloLecce- Dopo l’allenamento mattutino odierno, nella sala stampa “Sergio Vantaggiato” dello Stadio “Via del Mare” ha parlato il terzino sinistro Erminio Rullo.

Il tornante di Casoria rende noto subito l’andamento della trattativa per il suo ritorno: “c’era l’opportunità già l’anno scorso ma sia la mia voglia dopo un anno di infortunio sia l’apporto di Moriero mi ha spinto a Lecce. Sono stato fermo per un infortunio al flessore che mi ha bloccato per l’intera stagione.”

Rullo è stato tesserato dal Lecce dopo un periodo di stand-by fatto di prove di tenuta fisica: “non ho preso questo periodo di prova come un’onta alla mia carriera, ora sto bene e sono pronto a dare il mio apporto”.

La precedente e lunga esperienza di Erminio Rullo in maglia giallorossa (dal 2003 al gennaio 2007) potrebbe eleggere il terzino come senatore del Lecce: “mi sento responsabile e cerco di far conoscere ai nuovi la mentalità della tifoseria e della piazza, devo trasmettere, soprattutto ai più giovani, la voglia dei tifosi leccesi”. Tra i giovani della banda Moriero, Erminio Rullo traccia la sua pagella sugli elementi di prospettiva: “conosco bene Tundo, Nunzella e Luperto, hanno grandi potenzialità ed enormi chances di carriera”.

Il discorso è poi planato su temi tattici e Rullo fa chiarezza sulla sua disponibilità ad occupare anche ruoli diversi dal suo: “a Terni ho giocato a destra ed al centro, ma ora come ora potrei giocare anche in porta, sono a totale disposizione del mister”.

La predisposizione offensiva del Lecce guidato da Moriero non spaventa Erminio: “non saremo mai sbilanciati, dietro saremo sempre in 4 o 5”.

Un pensiero va anche al debutto dell'”Arechi” contro la forte Salernitana: “va bene così, capiremo subito con chi abbiamo a che fare.”

Infine, il terzino campano traccia un bilancio della sua carriera finora, carriera che vede in questa seconda esperienza a Lecce un nuovo punto di partenza: “sono andato via da Lecce per inseguire un mio sogno, giocare nel Napoli da napoletano. Il 3-5-2 di Reja, per me abituato a fare il quarto di difesa non mi ha agevolato ed alle stagioni così è così a Napoli sono seguiti prestiti a Modena e Trieste dove però ho sempre giocato”.

Erminio Rullo vuole ripartire, ed il (anche un po’ suo) Lecce è la piazza giusta per farlo.

{loadposition addthis}

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleTesoro Junior fa chiarezza su Cortellezzi, Amodio, Papini e la riforma Macalli
Next articleSvicat ASD, parla Stubbs