Lecce-Savoia: presentazione e probabili formazioni

0
319

Lecce – L’ambiente non sarà quello ideale per un debutto ma Alberto Bollini non ha paura, chiedendo il massimo sostegno al pubblico del “Via del Mare”, travolto dal malessere per questa stagione altalenante. Lecce-Savoia, primo match del trainer ex Lazio Primavera sulla panchina salentina, è una partita dall’alta tensione per entrambe le squadre: i giallorossi dovranno assolutamente cogliere il bottino pieno per non perdere contatto dalla zona playoff e gli ospiti andranno alla ricerca di un colpaccio in una corsa salvezza che in questa settimana ha registrato l’avanzamento della Reggina dopo la cancellazione della penalizzazione di 4 punti.

Lecce – Bollini è pronto al debutto sulla panchina giallorossa dopo una settimana d’intense sessioni di tattica per trasferire subito al gruppo la sua idea di calcio, basata sul 4-3-3. Il giudice sportivo ha fermato per un turno Di Chiara e Sacilotto, bloccati entrambi per recidiva in ammonizione. La botta patita al “Granillo” di Reggio Calabria non permetterà la presenza di Vinetot, alle prese con le cure. Non ci sarà neanche Jacopo Manconi, infortunatosi in uno dei primi allenamenti in giallorosso. A differenza dell’ex Novara, saranno disponibili gli altri tre ultimi colpi di mercato del 2 febbraio: Embalo, Gustavo e Pino fanno parte della lista dei 19 convocati che ha diramato in mattinata il tecnico mantovano. Abruzzese e Diniz costituiranno probabilmente la coppia centrale davanti a Nicolas Caglioni, con Mannini e Lopez sulle fasce a cercare entrambi un riscatto dopo delle prestazioni decisamente insufficienti. Nel terzetto di centrocampo si rivedrà Mariano Bogliacino, pronto ad occupare la posizione di mezzala sinistra insieme al regista Filipe Gomes ed a Salvi; presumibile panchina per Romeo Papini dopo una settimana trascorsa quasi sempre in differenziato. In attacco, con Moscardelli sempre al centro, troveranno posto Eric Herrera a sinistra ed uno tra Checco Lepore e Gustavo Vagenin a destra, con il leccese favorito almeno dal 1’. In panchina, oltre ai debuttanti, dovrebbe quindi sedere anche capitan Fabrizio Miccoli, pronto ad essere lanciato a partita in corso.

Savoia – Calciomercato importante anche per il Savoia, rinvigorito dalla cura-Papagni. L’arrivo in panchina del tecnico ex Taranto ha dato una spinta agli oplontini, decisi a giocarsi tutte le chances di salvezza senza passare dai playout. Non ci sarà il capitano e capocannoniere Francesco Scarpa, rimasto a Torre Annunziata a causa di uno stato influenzale; il 35enne attaccante esterno è stato il protagonista del mercato torrese a causa del trasferimento alla Salernitana sfumato a poche ore dalla chiusura. Oltre a lui, il trainer biscegliese non potrà contare su Cipriani (ex di turno insieme al portiere Raffaele Gragnaniello) e Corsetti, bloccati da guai muscolari e su Gargiulo e Panariello, ormai ai margini della rosa. L’esclusione del Bari dalla Viareggio Cup consente il recupero di Pizzitelli e Mercadante, impegnati nella prestigiosa competizione giovanile coi Galletti. L’assenza di Scarpa indurrà Papagni a qualche dubbio sullo schieramento iniziale tra il 3-4-3 proposto con l’Aversa Normanna e il 4-3-3 delle altre sfide. In caso di 3-4-3, soluzione che rafforzerebbe la fase difensiva, il terzetto difensivo dovrebbe essere composto dall’ex Pontedera Verruschi, match-winner con l’Aversa, Checcucci e Riccio (in leggero vantaggio su Sirigu), jolly difensivo arrivato dal Bisceglie. I terzini Giordani (destra) e Mercadante (sinistra) avanzerebbero quindi in una mediana a quattro insieme ai centrali Sanseverino (oggetto del desiderio del Lecce in chiusura di calciomercato) e Saric, arrivato in gennaio dal Crotone. Davanti, senza capitan Scarpa, molto ci si aspetta dal gioiellino scuola Roma Alexis Ferrante, pronto a timbrare il secondo cap in maglia biancoscudata; l’italo-argentino sarà probabilmente coadiuvato da D’Appolonia a sinistra e da Partipilo a destra. Da decifrare l’apporto dell’ultimo arrivato Leonetti, pronto al debutto insieme al centrocampista Boilini. In caso di difesa a quattro, Verruschi scalerebbe a destra in difesa e Giordani salirebbe nel ruolo di mezzala destra di centrocampo insieme a Saric e Sanseverino.

Le probabili formazioni:

Lecce (4-3-3): Caglioni; Mannini, Diniz, Abruzzese, Lopez; Salvi, Filipe, Bogliacino; Lepore, Moscardelli, Herrera. A disposizione: Scuffia, Beduschi, Pino, Papini, Embalo, Gustavo, Miccoli. Allenatore Alberto Bollini.

Savoia (3-4-3): Gragnaniello; Verruschi, Checcucci, Riccio; Giordani, Saric, Sanseverino, Mercadante; Partipilo, Ferrante, D’Appolonia. A disposizione: Volturo, Cremaschi, Sirigu, Boilini, Pizzutelli, Sevieri, Leonetti. Allenatore Aldo Papagni.

Arbitro Giosuè Mauro D’Apice di Arezzo.

Assistenti Domenico Campitelli di Termoli (CB) Roberto Pepe di Ariano Irpino (AV).

Stadio “Via del Mare” – Lecce, fischio d’inizio ore 14:30

{loadposition addthis}