Lecce inguardabile: eliminato dalla Coppa Italia di Lega Pro

0
232

Coppa Italia Lega Pro StandardokLecce – L’Akragas vince contro il Lecce e conquista il passaggio del turno di Coppa Italia di Lega Pro. Gli uomini di mister Braglia non sono mai entrati in partita ma il risultato è stato determinato, senza dubbio, anche da una serie di decisioni arbitrali quanto meno discutibili. 

Dopo un tiro di Carrozza che, da calcio piazzato, impegna Maurantonio, arriva presto la doccia fredda per i giallorossi quando, al primo tentativo, Leonetti batte con un destro a girare Benassi e manda il pallone nel sette. 

All’ottavo minuto il Lecce è già sotto per uno a zero ma la reazione non si vede e, a parte qualche timido tentativo dalla distanza ben respinto dall’estremo difensore agrigentino, il Lecce solo in una occasione va vicino al pareggio ma, dal limite dell’area piccola, Doumbia e Diop falliscono il tentativo di tap in. 

Il primo tempo si conclude con un clamoroso vantaggio ospite e, nel corso della ripresa, la giovanissima formazione schierata da Legrottaglie riesce a tener testa ai blandi tentativi di rimonta degli avversari. Sotto di un goal, dopo l’inserimento di Monaco al posto dell’infortunato Freddi, Braglia manda in campo Abruzzese e Legittimo al posto di Gigli e Suciu ma a segnare la fine delle speranze di rimonta del Lecce sono due decisioni del direttore di gara che espelle direttamente prima Camisa e poi Benassi. Nel caso del difensore, il motivo è legato ad una reazione in seguito ad un intervento di Fiore con il piede all’altezza della faccia del leccese mentre il numero uno è stato allontanato per aver atterrato Di Piazza in una uscita disperata all’altezza del centrocampo. Nonostante la distanza notevole dalla porta, l’arbitro ha ravvisato una chiara occasione da goal. 

Con il Lecce in nove uomini e Legittimo in porta a causa dell’indisponibilità di ulteriori sostituzioni, la bruttissima partita finisce con una incredibile vittoria ospite di misura.