Lecce-Benevento: presentazione e probabili formazioni

0
529

BerettaLecce – Dentro o fuori. La gloria o l’oblio. La possibilità di giocarsi un posto nella storia o il dimenticatoio. I novanta minuti di domani, con i giallorossi opposti al Benevento dello spauracchio Fabio Brini, saranno l’ennesimo match al cardiopalmo, da “dentro o fuori” dove i giallorossi dovranno capitalizzare sette lunghi mesi di rincorsa alla tanto agognata Serie B, traguardo che pareva poco più di un sogni ardito dopo il primo punto conquistato dal Lecce alla settima giornata, nella partita casalinga col Barletta.

Qui Lecce -Franco Lerda, non presente in panchina a causa della squalifica per frasi blasfeme inflittagli dal giudice sportivo, cercherà di fare la partita nel proprio stadio non snaturando i buoni segnali visti domenica scorsa a Benevento, quando si è potuto ammirare (perlopiù nel primo tempo) un Lecce ben messo in campo e quadrato. Il tecnico di Fossano, sostituito sul terreno di gioco dal vice Chini, schiererà un 4-4-2 che vedrà il ritorno dal 1′ dell’asse sinistro Lopez-Doumbia, formidabile nella regular season ma singhiozzante nelle ultime uscite a causa dell’infortunio occorso al terzino uruguagio. L’ex West Ham sarà il perno sinistro di un quartetto difensivo completato da Diniz sull’out opposto e dalla coppia Martinez(favorito sulla probabile soluzione Vinetot, potenzialmente più efficace nel gioco aereo)-Abruzzese. A centrocampo Nicolas Amodio, assente al “Vigorito”, riprenderà il suo posto al fianco di Romeo Papini, in diffida come la quasi totalità degli uomini giallorossi. Adriano Ferreira Pinto, favorito su Bellazzini e Barraco, occuperà la corsia destra dello schieramento dando manforte ai propri compagni di centrocampo anche in fase difensiva; dall’altra parte Abdou Doumbia cercherà di ritornare la spina nel fianco vista spesso nelle partite casalinghe di questa stagione. Davanti capitan Fabrizio Miccoli sarà coadiuvato dalla, ormai solita, immensa sostanza di “Jack” Beretta, al quale saranno chiesti gli straordinari in una partita per cuori forti. Quasi sicura la panchina per Mariano Bogliacino, sempre più in ombra dopo i recenti passaggi a vuoto.

Qui Benevento – Squadra al gran completo per Fabio Brini: al “Via del Mare” mancherà solo il lungodegente Signorini, non convocato dal tecnico marchigiano per la trasferta salentina. Davanti al portiere Baiocco, appare più che probabile la riproposizione di Dicuonzo sulla fascia destra, nonostante la partita choc dell’andata del terzino ex Grosseto. Con Dicuonzo (insidiato comunque dal croato Celjak, con i due in ballottaggio fino alla fine) dietro ci saranno il sinistro Som ed il centrale goleador Mengoni, a sua volta affiancato da Padella, match winner del quarto di finale di Catanzaro. A centrocampo, se appare sicuro il posto per Davì, l’altro mediano Di Deo dovrà giocarsi la maglia da titolare con il dominicano Espinal. Sulla trequarti l’ex Fabrizio Melara, 4 gol con la maglia degli Stregoni e  completamente recuperato, partirà dal 1’ a scapito di Campagnacci con Mancosu e Negro a supporto del bomber totale Felice Evacuo.

Le probabili formazioni

LECCE (4-4-2) Caglioni; Diniz, Martinez, Abruzzese, Lopez; Ferreira Pinto, Papini, Amodio, Doumbia; Miccoli, Beretta. A disposizione: Perucchini, Sales, Vinetot, Bogliacino, Salvi, Bellazzini, Zigoni. Allenatore: Giacomo Chini (Lerda squalificato).

BENEVENTO (4-2-3-1) Baiocco; Dicuonzo, Mengoni, Padella, Som; Di Deo, Davì; Melara, Mancosu, Negro; Evacuo. A disposizione: Piscitelli, Celjak, Milesi, Espinal, Montiel, Campagnacci, Guerra. Allenatore: Fabio Brini.

Arbitro: Ros di Pordenone.

{loadposition addthis}