FUTSAL Lecce, è crisi. Sconfitta anche contro Noci. Il Presidente: “Ora si cambia”

0
287

FUTSAL LECCE – NOCI CALCIO  1-5

NociLecce – Ancora una sconfitta. Sembra che nella nuova cornice del palazzetto dello sport San Giuseppe da Copertino, i ragazzi terribili non riescano a giocare e a fare risultato.

Sabato contro una squadra di bassa classifica sono riusciti a fare un altro buco nell’acqua, rispetto alle grosse aspettative pre-partita.

La partita non è stata bella da vedere. Le due squadre non hanno espresso gioco ad alti livelli ma Noci ha messo in atto una serie di azioni studiate a tavolino, che hanno beffato i leccesi, che non sono mai entrati in partita, riuscendo a segnare solo un gol con Vetrugno nel secondo tempo e subendone 5. Ad onor del vero occorre riconoscere che quando il Lecce ha giocato, solo un eccellente portiere avversario ha negato in ogni modo  ai ragazzi terribili una serie di gol che avrebbero riaperto la gara. In questa partita si è visto ancora una volta quello che da un mese è ormai evidente: i leccesi sono molto dotati per qualità tecniche individuali, ma hanno perso il gioco di squadra che tanto bene gli aveva fatto fare nel mese scorso e che gli aveva consentito di fare 4 punti e collezionare belle prestazioni contro le grandi squadre.

Tutto il carattere delle prime giornate si è perso nel corso delle ultime tre gare, complice un po’ di demotivazione e un eccessivo nervosismo, che la fanno da padrone nelle ultime prestazioni.

Il mercato di Dicembre porterà almeno due nuovi giocatori di qualità che dovrebbero supportare soprattutto la fase offensiva. Dicembre dovrà riportare alte le motivazioni che hanno fatto spesso apprezzare questa giovane squadra e che dovrebbero dare la svolta definitiva al campionato.

Le pagelle

Urgese 6: anche oggi prende qualche gol di troppo, ma l’incitamento che dà ai compagni fino all’ultimo minuto di gioco è encomiabile.

Colucci 6: gioca con molta rabbia ed è un po’ sfortunato perché in due occasioni avrebbe potuto mettere a segno due bei gol su tiri dalla distanza.

Ingrosso 6: un po’ sottotono, gioca una buona partita. E’ lui quello che fa più gioco di squadra.

De Carlo 6: gioca una partita ancora un po’ al di sotto dei suoi standard e infatti perde una palla che causerà il gol del 3-0 avversario. Gli si chiede maggiore dedizione alla squadra.

Musarò 6: dopo un primo tempo da 3, complice un approccio mentale sbagliatissimo, gioca un buon secondo tempo. Questi alti e bassi non giovano alla squadra.

Vetrugno 6: gioca poco ma per 10 minuti è grintoso e segna un gol. Minore superficialità da parte sua sarebbero auspicabili per sfruttare al meglio le sue potenzialità.

Arnesano 6,5: il capitano avverte un problema fisico che lo condizionerà per tutta la gara ma gioca come sempre. Un po’ sfiduciato nel corso della gara, non riesce a dare la scossa decisiva all’incontro.

Giglio 6: ci prova ma oggi non si intende affatto con Arnesano. Un ottimo portiere gli nega in svariate occasioni la gioia del gol.

Maiellaro, Giordano, Pagano, Quarta: SV

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleNovoli, piazza Regina Margherita si tinge di verde
Next articleUn Lecce bello a metà basta per travolgere la Nocerina