36 gol in due: Caraccio e Franza.

0
745

Franza caraccioNovoli (Le) – Uno striscione solitario campeggia nel “Toto Cezzi”: “Vincere”.

E per vincere, questo Novoli, ha bisogno di altri gol del duo delle meraviglie. La coppia di attaccanti che ha stupito tutti a suon di fendenti e rasoiate che hanno tagliato e gonfiato le reti degli avversari fin qui affrontati. Parliamo dei gemelli del gol, 36 marcature in due: David Caraccio e  Antonio Franza.

Si trovano ad occhi chiusi, empatia tra killer del sette. Insieme hanno suonato la carica e portato il Novoli in alto nel cielo a volare verso il sogno della promozione. Ecco le loro dichiarazioni a Paisemiu.com:

David Caraccio: «Bellissimo questo campionato, ad inizio stagione avrei firmato anche per venti gol, ne ho segnati 21. E poi con Franza, il mio compagno di reparto abbiamo vinto insieme tre campionati. Se la società chiama io rimarrò, qui sto benissimo. I tifosi del Novoli sono unici, stanno lavorando tanto per la festa della promozione. A loro dico di mantenere sempre lo stesso entusiasmo, perché l’anno prossimo in Promozione ci saranno Manduria, Tricase e altre formazioni dal blasone importante. Con il Campi giocheremo per vincere anche se sono molto forti e vogliono vincere anche loro perché sono in lizza per i play off. Dopo la campagna acquisti di Dicembre ero sicuro di tagliare questo prestigioso traguardo. Ai tifosi vorrei dire di accorrere numerosi al “Toto Cezzi”, ma loro lo faranno comunque e sicuramente. Domenica sarà festa».

Antonio Franza: «Manca solo un punto, dobbiamo rimanere con i piedi per terra e raggiungere l’obbiettivo fissato. Scenderemo in campo per i tre punti. Il Campi è forte, ma le nostre motivazioni sono al massimo, vogliamo vincere di fronte ai nostri tifosi. Un bottino importante i miei 15 gol, però sinceramente la squadra viene prima di tutto, poi a fine campionato conteremo le segnature. Giocare al fianco di Caraccio è quasi naturale per me, ci conosciamo a memoria. Alla meravigliosa gente di Novoli dico: venite numerosi al campo, colorato di rossoblù il Toto Cezzi».

{loadposition addthis}