Novoli, Luca Potì: «Rispetto per la Prima Categoria ma non ci appartiene»

0
705

Luca PotìNovoli (Le) – L’aria a Novoli calcisticamente parlando, in questi giorni è caldissima, non solo per l’accenno di Estate che sta accarezzando il Salento, ma perché manca solo un punto alla società del Presidente Nino Sebaste e del Direttore Francesco De Pascalis, novolesi veri come Luca Potì.

Il numero 6 del team di Mister Schipa, una vita sui campi da calcio, sempre con la stessa voglia, passione e determinazione. Un professionista esempio per i più giovani, eccolo in esclusiva per Paisemiu.com.

«Luca, da Novolese doc, quali sono le sensazioni alla vigilia di un incontro così importante?»

«Sono felicissimo di ritrovarmi qui, di fronte a questi tifosi e di regalargli la vittoria del campionato. Dopo la retrocessione dell’anno scorso, lo desideravo con tutto il cuore. Ne abbiamo parlato spesso con i miei compagni, e abbiamo sempre creduto in noi, a capo chino abbiamo lavorato per ottenere questa gioia».

«Brucia ancora la retrocessione immeritata?».

«Molto, avvenne in modo assurdo, questa piazza merita rispetto e l’anno scorso non lo ha ricevuto. Comunque, manca ancora un punto, ma domenica andremo in campo per vincere».

«Luca come immaginavi questo momento?»

«Da Novolese non potevo immaginarlo più bello di così. Abbiamo la possibilità di vincere e festeggiare di fronte ai nostri tifosi, nel nostro paese. Novoli merita di festeggiare. Con tutto il rispetto per la Prima categoria ma non ci appartiene. Questa promozione la merita la società, i tifosi, e anche noi».

{loadposition addthis} 

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous article36 gol in due: Caraccio e Franza.
Next articleElogio dell’amicizia