Regione Puglia, Emiliano presenta la sua squadra

0
529

michele emilianoBariMichele Emiliano, eletto Presidente della Regione Puglia nelle consultazioni elettorali dello scorso 31 maggio, ha chiuso il cerchio sull’argomento Giunta ed ha reso noti, oggi, i nomi dei prescelti: Giovanni Giannini (Trasporti e Lavori pubblici; barese, eletto col PD); Raffaele Piemontese (Bilancio; foggiano, eletto col PD); Gianni Liviano (Industria turistica e culturale; tarantino, eletto con Sindaco di Puglia); Sebastiano Leo (Formazione e Lavoro; salentino, eletto con Noi a Sinistra); Salvatore Negro (Welfare; salentino, eletto con i Popolari). Trattasi dei cinque consiglieri regionali scelti dal “popolo delle Sagre”.

Due le donne chiamate dall’esterno: Loredana Capone (confermata allo Sviluppo Economico, candidata e non eletta nel Salento col PD) ed Annamaria Curcuruto (nominata Assessore all’Urbanistica, già dirigente proprio in quel settore presso il Comune di Bari).

In giunta anche tre assessori “pentastellati”: Antonella Laricchia (Ambiente, barese, candidata alla Presidenza della Regione Puglia), Rosa Barone (Agricoltura, foggiana) e Viviana Guarini (Risorse umane).

Dopo la nomina, nei giorni scorsi, del suo Capo di Gabinetto e del suo Addetto Stampa (rispettivamente Claudio Stefanazzi ed Elena Laterza), nel tardo pomeriggio odierno, il Presidente Emiliano ha reso noti i risultati delle consultazioni on-line comunicando, di conseguenza, i nomi della sua Giunta. In attesa di conoscere come reagiranno le tre attiviste del M5S, manca ancora il nome del Vice Presidente.

Fa riflettere, invece, la scelta di lasciare fuori dal Governo regionale Sergio Blasi ed Ernesto Abaterusso. Vero è che non si poteva nominare un altro leccese: oltre il vendoliano Leo e l’UDC Negro, l’unico modo era – e così è stato – ripescare Loredana Capone così da estromettere l’ex segretario regionale PD che è stato eletto con quasi 16 mila preferenze.

Occhi puntati, comunque, sulle tre attiviste esponenti del Movimento di Beppe Grillo che Michele Emiliano  ha invitato a riflettere, accettando le nomine ed a cui ha dato appuntamento a Taranto per la prima riunione di Giunta.