A Lecce una mostra internazionale sulle torture medievali

0
374

Parmi assurdo che le leggi che sono l’espressione della pubblica volontà, che detestano e puniscono l’omicidio, ne commettono uno esse medesime e per allontanare i cittadini dall’assassinio, ordinano un pubblico assassinio – “Dei Delitti e delle Pene” Cesare Beccaria

mostratortura

LecceA partire da sabato prossimo,11 luglio, la perfetta ambientazione delle sale del Castello Carlo V contribuiranno a ricreare la giusta atmosfera per la Mostra Internazionale sulle Torture Medievali.
Promossa dal Raggruppamento Temporaneo di Imprese – Theutra, Oasimed e Novamusa –  e patrocinata dal Comune di Lecce, l’esposizione è stata ospitata in varie nazioni tra le quali Spagna, Portogallo e Malesia e visitata da più di un milione di persone.

Attraverso fedeli ricostruzioni di strumenti di tortura, utilizzati nell’epoca medievale ed anche nei processi Inquisitori, si esaminano i motivi ed i mezzi con i quali per secoli l’uomo ha inflitto torture ad altri uomini. In mostra oltre cinquanta strumenti di dolore e morte, dalla sedia inquisitoria alla garrota, dalla “Veglia” o culla di Giuda, alla botte chiodata usata per uccidere Attilio Regolo, per arrivare a strumenti meno conosciuti.

Pannelli ed illustrazioni tratte da antichi disegni   racconteranno nel dettaglio l’utilizzo degli strumenti nel tempo, dal Medioevo fino ai giorni nostri, esaminandone i motivi e il contesto storico.

La mostra intende far riflettere lo spettatore e sensibilizzare l’opinione pubblica sulle atrocità delle torture e la violazione dei diritti umani in un momento in cui queste tematiche tornano tristemente agli onori della cronaca quotidiana. Un invito a ricordare per non dimenticare.

La mostra resterà aperta fino al 10 gennaio 2016.

Informazioni:

Telefono: 0832 246517 – Mail: castellocarlov@ilecce.it 

Castello Carlo V, via XXV Luglio, Lecce

Orari apertura: dal lunedì al venerdì ore 9-21; sabato e domenica ore 9.30-21. Per il periodo dal 16 luglio al 31 agosto dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 23; sabato e domenica dalle ore 9.30 alle 23.00

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleRegione Puglia, Emiliano presenta la sua squadra
Next articleÈ salentino il nuovo assessore al Welfare della Regione Puglia