Gasdotto TAP: grossa opportunità o ennesimo assalto all’ambiente?

0
647

IMG 0284Lecce – Qualche settimana fa vi erano state innumerevoli polemiche a causa della scritta Tap sulle storiche e spettacolari luminarie di Scorrano. Il Comitato feste di Santa Domenica  aveva accettato come sponsor la multinazionale T.A.P. sulla scia di quanto avvenuto qualche giorno prima a Galatina per San Pietro e Paolo, attirando commenti negativi e controversie e portando un corteo di oppositori alla festa di Santa Domenica.

La vicenda si è spostata a Lecce quando, tra i parrebbe ed i si dice,  si è ventilata l’ipotesi di una sponsorizzazione della multinazionale alla Festa di Sant’Oronzo; notizia smentita poi dal rifiuto alla sponsorizzazione  del sindaco Paolo Perrone in un comunicato stampa. TAP sarà presente a Leverano per il Birra & Sound, a Torrepaduli per La Notte di San Rocco ed a Gallipoli per Battiti Live; quali reazioni per questi tre eventi sicuramente targati dalla multinazionale? Trans Adriatic Pipeline per la campagna “Energia a vocazione turistica”, finalizzata alla promozione del territorio, attraverso manifestazioni e servizi ha messo a disposizione  350 mila euro, questo l’annuncio dato stamattina presso la sede della compagnia sito in via Templari. Fuori dal portone gli striscioni e gli slogan degli attivisti del movimento cinque stelle che si oppongono al gasdotto nella marina di Melendugno ed alla sponsorizzazione intesa come un tentativo di allargare i consensi. Se l’operazione è finalizzata in tal senso, sembra proprio funzionare perché, a dire dell’ amministratore delegato Giampaolo Russo, oggi presente alla conferenza stampa accanto al responsabile progetto gasdotto Salvatore Volpe, ed alla responsabile per la comunicazione Arianna Acierno, sarebbero tantissime le richieste di associazioni che si rivolgono a Tap per reperire fondi nei diversi ambiti, anche sportivi. Il consorzio ha come obiettivo l’offerta di una gamma di servizi finalizzati a stringere legami con il territorio; da segnalare il Disco Bus, il mezzo che per il mese di agosto offre il collegamento gratuito tra i principali centri e le più gettonate discoteche della costa. Inoltre il “ Tap e vinci” distribuisce la fortuna sulla spiaggia attraverso i tagliandi gratta e vinci che mettono in palio gadget da mare,  oppure un soggiorno vacanze o ancora un concorso on line che prevede 13 soggiorni presso l’Hotel Risorgimento di Lecce. “La Tap può coniugare le legittime ragioni di tutela del paesaggio con l’esigenza di assicurare una fornitura essenziale per il rilancio dell’economia italiana, che nei prossimi anni chiederà nuova energia. Il gas può essere una risposta valida, al contrario dell’estrazione dei pessimi idrocarburi sottomarini adriatici e ionici incapaci di garantirci autonomia, checché se ne dica – né possiamo continuare a bruciare carbone o a riempire le campagne di distese di pannelli fotovoltaici e di foreste di pale eoliche”. Così scrive Onofrio Introna nella lettera al Sindaco di Melendugno. Si tratta del primo esponente di rilievo della politica regionale che assume una chiara posizione a sostegno, non genericamente del gasdotto Tap, ma della sua realizzazione a San Foca, invitando il sindaco Poti, socialista come lui, ad abbandonare la posizione tenuta fin qui. Ora con non poche perplessità il cronista gira ai suoi lettori alcune domande: il gasdotto serve all’Italia, oppure serviamo da passaggio per portare il gas nel centro europa? Il progetto quale sviluppo può portare ad una terra a vocazione turistica che già tanto ha dato sull’altare della produzione energetica? Preferiamo fermarci qui, ci farebbe piacere se qualcuno ci spiegasse in maniera più esaustiva i gangli di questa mastodontica operazione, in modo tale di avere avere le idee chiare prima di capire se si è contrari o favorevoli.

{loadposition addthis}