Verso Lecce-Carpi. Toma: “Vincere senza pensare al Trapani”.

0
400

A. TomaLecce – Siamo arrivati alle ultime due partite del campionato e il Lecce è ancora qui a combattere per l’unico vero obiettivo di questa stagione: la promozione in Serie B.

Dopo aver agganciato il Trapani in vetta alla classifica, i giallorossi devono sperare in un altro passo falso della squadra di Boscaglia per completare un sorpasso che vorrebbe dire evitare la lotteria dei play off in cui (la storia insegna) niente è scontato.

Domani al “Via del Mare” arriva il Carpi di mister Brini che, avendo conquistato quasi matematicamente i play off, ha dimostrato di essere una squadra ben organizzata e in grado di creare più di qualche grattacapo a tutti gli avversari della categoria. Anche Benassi e compagni, nella partita di Carpi, hanno dovuto soccombere agli avversari che hanno trovato i tre punti grazie al goal di Arma. Il Lecce di quella partita, però, era nel pieno della famosa crisi nera e totalmente diverso da questa squadra che sembra aver ritrovato la serenità, la compattezza e la determinazione necessarie per lottare fino all’ultimo secondo dell’ultima partita.

Questa mattina, dopo l’allenamento di rifinitura, mister Toma si è presentato in sala stampa per parlare di come la squadra sta vivendo la vigilia di questo match importante.

L’allenatore di Maglie ha esordito raccontando come ha impostato, dal punto di vista psicologico, la preparazione della partita di domani: “Ho parlato molto con i ragazzi e ho detto più volte di mantenere lo stesso atteggiamento delle ultime partite. Ho detto che dobbiamo correre tantissimo, tenere la testa bassa e vincere senza pensare al Trapani che ha, comunque, una partita decisamente più facile della nostra. Dobbiamo vincere per forza perché uno stop vorrebbe dire dover giocare i play off. A differenza delle altre settimane, non ho parlato con i ragazzi dell’importante vittoria di Bolzano per evitare che si rilassassero anche inconsciamente. In settimana sono stato particolarmente scontroso e distante per far capire che non abbiamo ancora fatto niente e che la partita importante è quella di domani”.

Poi si è parlato del Carpi che secondo il mister “è una squadra molto forte in difesa e in tutte le zone del campo. Il Lecce, però, potrebbe essere agevolato dal fattore climatico: loro sono abituati ad un clima più fresco ed è probabile che siano penalizzati dal forte caldo di questi giorni. Sarà comunque una partita difficilissima che noi non possiamo sbagliare. L’errore che non dobbiamo commettere? Non dobbiamo attaccare alla Garibaldina ma, proprio per la loro forza in difesa, dobbiamo costruire il gioco e mantenere la squadra quanto più corta possibile”.

Il Lecce dovrà fare i conti con diverse assenze importanti dovute a squalifiche e infortuni. Oltre ad Esposito e Pià, mancherà per squalifica capitan Giacomazzi ed è proprio sulla sua assenza che si sofferma Toma: “Pià, Foti e Petrachi sono infortunati, Giacomazzi ed Esposito sono squalificati. Non sono preoccupato per l’assenza del capitano: per noi è un giocatore importante ma abbiamo valide alternative che onoreranno la maglia. Servirebbe un maggior organico a centrocampo? Non credo. Bogliacino è un centrocampista e, in caso di necessità, può essere lui ad arretrare per aiutare i compagni della linea mediana e in allenamento lo preparo spesso per questa eventualità. L’assenza di Pià può essere compensata con Falco e Chiricò dal primo minuto? E’ probabile”.

Al termine della conferenza stampa è stata diramata la lista dei convocati che sono:

Portieri: Benassi, Bleve;

Difensori: Diniz, D’Ambrosio, Di Maio, Fatic, Ferrario, Martinez, Vinicius, Tomi, Vanin;

Centrocampisti: Bogliacino, De Rose, Memushaj, Zappacosta;

Attaccanti: Bustamante, Chevanton, Chiricò, Falco, Jeda.

{loadposition addthis}

Redattore Paisemiu.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleI tifosi del Lecce si costituiscono parte civile
Next articleIn Piazza Regina Margherita la grande festa rossoblù