Ripresa in casa Lecce, Foti c’è. Ivan Fatic: “Sono pronto a dare il mio contributo”.

0
659

Lecce – Il Lecce ha ripreso il cammino e l’ha fatto ritrovando Foti, che questo pomeriggio, al “Via del Mare”, nella prima parte dell’allenamento si è allenato con i compagni. Solo Petrachi, che sta recuperando dopo l’intervento, ha svolto lavoro differenziato. Assente Dramè che ha goduto di un permesso della società.

Domani la squadra sosterrà una doppia seduta, al mattino a Calimera e nel pomeriggio ancora al “Via del Mare”.

Prima dell’allenamento Fatic ha parlato ai giornalisti; queste le sue dichiarazioni:

«Questa lunga pausa ci consentirà di lavorare al meglio per lo sprint finale, avremo cinque gare importantissime da affrontare. Sono arrivato a Lecce in una condizione fisica mediocre; ho lavorato tanto e ora mi sento pronto per dare il mio contributo ai compagni. Nella mia carriera ho svolto diversi ruoli, ma sempre sulla fascia sinistra. Quello che più mi piace fare è spingere sulla fascia, attaccando, anche se è normale che il mister mi chieda di fare bene la fase difensiva e di giocare semplice. Mister Toma è un allenatore molto preparato e sa insegnare calcio, ed io ho solo ventiquattro anni e quindi ho tanto da imparare e migliorare. Qui a Lecce ho trovato un bellissimo ambiente e per me è importante stare bene nel posto dove gioco; qui sia all’esterno, sia in squadra, mi trovo a mio agio. Ora non è importante pensare a me e a come gioco io, anche se io dovessi giocare al massimo e poi non riuscissimo a raggiungere la B, non servirebbe a nulla. Ora dobbiamo pensare a noi, a fare bene e ottenere il massimo, poi si vedrà».

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleGiornata mondiale contro le mine anti uomo
Next articleIn scena “Il Teatro dei Ragazzi”