Lerda: “Il Pontedera non è lì per caso”

0
252

lerdaSquinzano (Le)-  La sfida alla (ex) capolista per continuare la serie positiva ed imprimere una sterzata ancora più decisa al campionato del Lecce: è questa la visione che il mister Franco Lerda, accorso oggi in conferenza dopo la rifinitura della mattinata, ha della partita di domani.

Dubbi e certezze – Lerda esordisce subito chiarendo il caso Miccoli: “Fabrizio partirà dalla panchina e naturalmente potrà essere impiegato con Zigoni”.  Andando qualche metro più dietro l’allenatore di Fossano descrive le continue defezioni cui è sottoposto il centrocampo giallorosso: “Domani partiranno di nuovo Papini e Parfait, ho recuperato Amodìo ma in settimana ho perso Sacilotto, i cui tempi di recupero non sono ancora sicuri. L’infermeria è sempre piena, siamo coperti ma mai completi”. In porta poi sarà sciolto all’ultimo il ballottaggio tra Filippo Perucchini, recuperato, e Marco Bleve.

 

Avversario pericoloso – La discussione poi si sposta sull’esame del Pontedera, fino a ieri sera primo e scavalcato dal Pisa grazie al punticino conquistato dai nerazzurri nel pari contro il Benevento: “Il Pontedera è forte e rispetta il credo tattico di Indiani, allenatore che ha raccolto di meno di quanto meritasse; lì si è acquisita dell’autostima a seguito di tante vittorie e la squadra contiene elementi che ci sono dai tempi della D. I granata non sono primi per caso e possono mantenere sino alla fine; il Pontedera ha una forte coppia offensiva in Grassi e Arrighini”. Il rendimento casalingo dei toscani non spaventa però Franco Lerda: “Hanno un credo offensivo, attestato dai 20 gol fatti e 17 subiti ed hanno il piccolo vantaggio di conoscere il terreno di gioco sintetico sul quale giocheremo; faremo un riscaldamento più lungo per abituarci e cercheremo di approcciare nel modo giusto alla partita”.

Preparazione sufficiente – La partita col Pontedera assume un significato importante per questo Lecce in risalita: “Questa partita è importante per riuscire ad accorciare il gap con la testa ma non bisogna guardare alla classifica; più che altro dobbiamo incamerare autostima, fiducia e continuità”. L’allenatore piemontese è poi soddisfatto della settimana di preparazione al match, nonostante l’interruzione della Coppa Italia: “Il gruppo mi segue, abbiamo lavorato bene, anche se questa settimana siamo stati un po’ frastagliati a causa della partita di Grosseto che ha ridotto la preparazione a giovedì, venerdì ed oggi”. In conclusione poi Lerda compara la condizione fisica dell’anno scorso con il lavoro operato quest’anno: “L’anno scorso ho avuto più tempo ed un gruppo più omogeneo fin dal ritiro. Quest’anno ho preso una squadra in corsa ed è tutto diverso, io ed il mio staff abbiamo posto l’accento solo sulle lacune; il nostro lavoro però non è ancora finito perché siamo sempre falcidiati dagli infortuni prima di Bellazzini e poi di Beretta che non ci fanno mai stare al completo”.

Di seguito i convocati per la partita di domani dell'”Ettore Mannucci”:

PORTIERI: Bleve, Perucchini

DIFENSORI: D’Ambrosio, Diniz, Lopez,  Martinez, Nunzella, Rullo, Sales, Vinetot.

CENTROCAMPISTI: Amodìo, Bogliacino, Melara, Papini, Parfait, Salvi.

ATTACCANTI: Doumbia, Ferreira Pinto, Miccoli, Zigoni. 

{loadposition addthis}