Liverani alla ricerca del poker con la Juve Stabia

0
82

LECCE- L’inizio è di quelli entusiasmanti. E fa niente se ogni successo porta comunque in dote una serie di miglioramenti da apportare. Questi dieci giorni hanno fatto sbocciare il Lecce di Fabio Liverani, caparbio nel tentare e riuscire a dare subito una sua impronta all’undici giallorosso, ridisegnato tatticamente con il 4-3-1-2 e a punteggio pieno sotto la sua gestione grazie alle vittorie contro Catanzaro e, in successione al “Via del Mare”, con Bisceglie e Sicula Leonzio.

Ora l’asticella si alza. La prossima trasferta vedrà Lepore e compagni opposti alla Juve Stabia sul neutro di Caserta. Le Vespe, ora all’undicesimo posto, hanno iniziato in modo singhiozzante il torneo. Ai pareggi contro Fidelis Andria e Catanzaro è seguita la sconfitta casalinga con il Trapani, riscattata con il bis di successi Paganese-Fondi prima del passaggio a vuoto al “Ventura” di Bisceglie.

Il tecnico ex Genoa cerca di ripartire da una delle due facce della prestazione nel 3-2 di martedì: “Domani a Caserta dovremo ripetere il primo tempo disputato con la Sicula Leonzio martedì scorso. Dovremo evitare cali di concentrazione”. 

Liverani si è cementato con la squadra: “Assieme ai ragazzi abbiamo analizzato gli errori commessi, che credo siano dovuti a concentrazione e attenzione, non a problemi differenti quali la condizione”.

Al “Pinto” mancheranno alcuni effettivi: “Non sono convocati per la gara di domani Ciancio, che tornerà a disposizione da lunedì prossimo, e Costa Ferreira, che ha accusato un affaticamento muscolare.

Alle scelte obbligate in difesa fa il paio lo stato di grazia degli attaccanti: “In questo momento sto facendo fatica a scegliere gli attaccanti da schierare, perchè tutti stanno facendo bene. Domani dovremo interpretare bene la gara dal primo minuto e capire subito che partita avremo di fronte”.