Us Lecce- Presentate le divise e la campagna abbonamenti: “cu lu sangu all’ecchi”

0
700

maglie da gioco

Nel pomeriggio di oggi, presso lo stadio Via del Mare, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della campagna abbonamenti e delle nuove maglie di gioco che Fabrizio Miccoli e compagni indosseranno nella stagione che sta per cominciare.

Dopo la fine della lunga collaborazione tra Unione Sportiva Lecce e Asics, la società di Piazza Mazzini si è affidata a Legea poiché, come ha spiegato Antonio Tesoro, tra le varie proposte ricevute, quella della società di Pompei è stata quella che ha trasmesso più entusiasmo ai dirigenti giallorossi. La divisa home contiene due novità: il ritorno ai pantaloncini rossi e l’inserimento della scritta “cu lu sangu all’ecchi” dietro al colletto.

 “Il ritorno ai pantaloncini rossi – spiega il direttore sportivo Tesoro – è dovuto alla nostra ferma volontà di rispolverare il glorioso passato di questa squadra. La scritta inserita dietro al colletto, invece, è una risposta alle accuse provenute da più parti di non aver giocato con il sangue agli occhi nella scorsa stagione”.

La divisa away è, più o meno, quella che si è vista nella gara di Terni. L’unica novità riguarda i pantaloncini, sotto alla maglia bianca, che non saranno rossi per evitare l’accostamento di colori che aveva provocato tante polemiche, ma bianchi. Per quanto riguarda la terza divisa, sopra ai pantaloncini blu, ci sarà una maglia dello stesso colore con due “graffi” giallorossi. La seconda e la terza maglia hanno una lupa disegnata sul fianco.

Al termine della presentazione delle divise c’è stato tempo per qualche dichiarazione sulle politiche di merchandising che la società seguirà: “l’anno scorso abbiamo avuto un accordo con Salentinamente che al momento è l’unico rivenditore autorizzato. Qualsiasi altro punto vendita, commercializza capi contraffatti o comunque non autorizzati e, come Lecce, ci muoveremo anche per vie giudiziarie”.

sala stampaPer quanto riguarda la campagna abbonamenti, è proprio Fabrizio Miccoli il testimonial; sul suo corpo il Romario del Salento si è fatto tatuare lo stemma del Lecce, così come si vede sia dalla foto che dal breve video di presentazione di cui è l’attore principale. Alla fine del video lui dice in dialetto leccese:  “Percè lu lecce stae subbra la pelle”.

I prezzi sono quelli dell’anno scorso con un sconto riservato alla Curva Nord per i noti fatti della squalifica delle prime tre giornate.

Infatti è stato proprio questo  il problema principale da affrontare. La società, come già comunicato, si sta muovendo per consentire ai tifosi del settore principe del tifo giallorosso di assistere alle prime partite dai distinti. Come tiene a precisare Antonio Tesoro, però, “questa è solo una idea che ancora non ci hanno approvato e, nel caso in cui questa iniziativa non dovesse andare in porto, accorderemo un ulteriore sconto per gli abbonati della Curva Nord. Nel formulare questa proposta, non abbiamo avuto alcun contatto con gli esponenti del tifo organizzato e quindi non sappiamo se apprezzeranno il nostro sforzo ma noi stiamo facendo tutto il possibile”.

Anche per quest’anno, è stata comunicata la decisione di tenere chiusa la Curva Sud i cui vecchi abbonati potranno comunque usufruire dell’apposito sconto qualora decidessero di sottoscrivere un tagliando per un altro settore. La vendita degli abbonamenti è già partita presso i centri abilitati. Fino a sabato, i vecchi abbonati avranno il diritto di prelazione sui loro posti mentre, a partire da lunedì fino al 20 settembre, la vendita sarà aperta a tutti. Anche quest’anno l’Unione Sportiva Lecce riserverà una particolare attenzione all’importanza sociale che la squadra ricopre: “anche durante questa stagione faremo sensibilizzazione presso le scuole e, ogni domenica, regaleremo alcuni biglietti ai disoccupati”. Per quanto riguarda gli obiettivi di questa campagna abbonamenti, Antonio Tesoro non si sbilancia: “siamo orgogliosi dei tifosi della scorsa stagione e quest’anno vogliamo che stiano ancora con noi. Gli occasionali saranno i benvenuti ma se non ci saranno va bene lo stesso. La prossima sarà una stagione difficile e ci vuole gente che ha il Lecce nel sangue”.

{loadposition addthis} 

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleDecreto del fare: la rivoluzione delle multe stradali
Next articleTesoro Junior fa chiarezza su Cortellezzi, Amodio, Papini e la riforma Macalli