Savino Tesoro parla del suo Lecce: “Quest’anno è tutto diverso”

0
355

Lecce – Al termine dell’allenamento odierno al ‘Via del Mare’, un vulcanico Savino Tesoro si è presentato in sala stampa per fare il punto sulla situazione del momento riguardo al suo Lecce dopo la brutta sconfitta di Pisa.

Il fatto che la promozione diretta fosse un obiettivo difficile da raggiungere era già chiaro al Patron giallorosso così come, adesso, è chiaro che questo Lecce è totalmente diverso da quello che, meno di un anno fa, ha perso proprio nei playoff la promozione a vantaggio di un modesto Carpi.

Siamo pronti. Lo spirito, la testa e la squadra sono totalmente diversi dall’anno scorso. Credo che in una partita di calcio possa succedere di tutto anche se alla lunga i valori vengono a galla e noi siamo la squadra più forte“. Alla larga da facili entusiasmi, quindi, “In una partita può succedere di tutto ma l’episodio negativo può capitare a noi come agli altri“.
In questo momento delicato, il Presidente è molto attento a far sentire la propria presenza e il proprio affetto alla squadra: “Oggi sono a pranzo con il mister, con la squadra parlo sempre ed avevamo programmato per domani una grigliata che abbiamo rinviato per la pioggia che si prevede“.

C’è un uomo in cui Tesoro crede profondamente e risponde al nome di Franco Lerda:E’ impensabile riuscire a fare più di quello che è stato fatto con l’avvento di Lerda. Lui non sbaglia mai due volte e poi c’è la sua regola secondo cui facciamo sempre cinque vittorie e una sconfitta“.

Guardando a questi playoff il Presidente, come ogni tifoso, non può fare a meno di pensare all’anno scorso e a fare un confronto tra le due squadre: “L’anno scorso eravamo in fase calante e, anzi, ci stavamo disintegrando; quest’anno stiamo arrivando con l’imbarazzo della scelta. Un anno fa abbiamo fatto giocare persone col gesso e il migliore a centrocampo era Vanin. Vivo ogni giorno quest’ambiente come l’ho vissuto l’anno scorso e posso dire che siamo davvero in due mondi totalmente diversi. Quest’anno c’è voglia di vincere, l’anno scorso si sentivano fenomeni e dovevamo combattere con tutti“.

Oltre che con gli avversari, quest’anno il Lecce ha dovuto lottare con gli arbitri. Su questo argomento, però, Savino Tesoro si limita a fare un discorso generale: “Questa è una guerra persa: in questa categoria è tutto di serie C ed è per questo che voglio andare via“.

In conclusione di conferenza stampa c’è spazio anche per qualche sorriso e, ad un collega che gli ricorda lo spogliarello della Ferilli dopo la vittoria dello scudetto da parte della sua Roma, il Patron risponde: “Se saliamo in B mi spoglio anche io: non so se vi conviene ma mi spoglio anche io“. Non sappiamo quanto ci possa convenire ma speriamo che tutto ciò avvenga.

{loadposition addthis}

Redattore Paisemiu.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleA Campi Salentina ritorna la “Festa de la Pummeta”
Next articleIl Primo Maggio ai tempi della crisi