Lecce-Cosenza: le pagelle. Ottimo Legittimo, diligente Camisa

0
266

Lecce – A suon di 1-0 prosegue l’ottimo rendimento casalingo del Lecce. Dopo la sconfitta con il Catanzaro, i giallorossi riprendono la marcia ancora con una vittoria di misura, il marchio di fabbrica dell’era Braglia. La rete di Surraco al 5’ della ripresa ha tolto le castagne dal fuoco dopo un primo tempo dove l’intensità del Cosenza ha messo a dura prova la retroguardia, senza comunque grossi pericoli per la porta difesa da Perucchini.

Perucchini 6: Una fantastica parata, seppur in fuorigioco, chiude la porta in faccia ad un’occasionissima per il Cosenza. Gestisce bene le pericolose palle in area con uscite puntuali.

Freddi 6,5: Più sicuro rispetto ad altre uscite anche in qualche proposizione offensiva. Veste i panni da assistman in un’occasione per Moscardelli e chiude la porta agli attaccanti avversari.

Camisa 6,5: Schierato al centro al posto di Cosenza, controlla agevolmente tutte le pratiche difensive, alternando bastone e fioretto per ripartire. Due chiusure sono state da urlo.

Abruzzese 5,5: Non perfettamente calato nei meccanismi del terzetto difensivo imposto da Braglia, non si macchia di nessun grave errore.

Lepore 6: Ai margini del gioco nella prima frazione, non riesce a pungere come sa in attacco. Fiutata la situazione, si riscatta con una ripresa da mastino della propria metà campo a difesa del risultato.

Papini 5,5: Soffre il dinamismo della mediana cosentina, solo a cercare di rompere senza l’appoggio di un altro interditore. Qualche tocco un po’ troppo prevedibile avvia pericolosi contropiedi. Galleggia alla lunga, migliorando con il Lecce in vantaggio.

Vécsei 5,5: La posizione di centrale di centrocampo non è certo il ruolo che gli è più congeniale. Il passo un po’ compassato poi non è la migliore arma per contrapporsi al Cosenza. Esce quando c’è bisogno di irrobustire il reparto.

(15’st Suciu 5: Dà densità al centrocampo giallorosso, ma quei due palloni persi in una sola azione hanno fatto infuriare e non poco l’allenatore ed i tifosi. Approccio sbagliato dopo la buona esibizione in Coppa.)

Legittimo 7: Chiude ogni iniziativa sulla sua fascia, contrasta bene i dirimpettai in maglia bianca. Non cala mai ed è un appoggio sicuro anche in fase offensiva.

Doumbia 6: Mette spesso in apprensione la difesa cosentina a suo modo, ma fallisce l’appuntamento con la giocata giusta per far male.

(44’st Carrozza SV)

Moscardelli 6: Comincia con il piede premuto sull’acceleratore, lottando da solo nell’area cosentina, segnando e cogliendo un palo a Perina battuto su una sponda di Legittimo prima di tentare anche la soluzione da calcio piazzato. Il gol ed il conseguente arretramento del baricentro induce Braglia a sostituirlo con Curiale.

(28’st Curiale 5,5: Agisce da solo al centro dell’attacco nelle fasi finali di una partita con il risultato da mantenere. Difficile trovare lo spunto giusto senza buoni palloni.)

All. Braglia 6,5: Il Cosenza mette a dura prova i giallorossi nel primo tempo, ma la difesa resiste bene agli attacchi. Il risultato gli dà ragione anche per le maggiori occasioni prodotte dai suoi. Ora due trasferte, è attesa una prova di forza.

Gli avversari: Cosenza
Perina 6,5
Corsi 5
Tedeschi 6
Pinna 6
Ciancio 5,5
Criaco 6
Arrigoni 6
Fioridilino 5,5
Statella 6,5
Arrighini 5
Raimondi 5,5

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleSuper Surraco: Lecce di misura sul Cosenza
Next articleTrepuzzi, mobilitazione popolare per dire STOP ai botti di capodanno