Il Lecce guadagna un punto a Foggia

0
34

Un pareggio fortemente cercato, un risultato per nulla magro se si pensa che al 6′ del secondo tempi i giallorossi erano sotto di due gol. Dopo la sconfitta con il Palermo e l’altra prova difficile di oggi, il Lecce probabilmente torna con i piedi per terra e già nei primi accenti del derby corregionale appare cauto, meno spavaldo ma anche meno incisivo. I ragazzi di Grassadonia sembrano i padroni di una partita calda e sentita, in uno Zaccheria quasi pieno per l’occasione. I giallorossi si avvicinano alla porta avversaria poche volte, riuscendo però ad essere pericolosi prima con Meccariello e poi con La Mantia, che sfiora il gol al 20′. Subito dopo è il bravissimo Kragl a seminare il panico bucando la difesa avversaria e scatenando l’ira di Liverani. Il Foggia effettivamente si rivela più concreto e, a pochi minuti dalla chiusura del primo tempo,  va in vantaggio con un bel palo-gol di Deli.

La seconda parte della gara inizia con la stessa musica: i rossoneri trovano il raddoppio con un forte tiro di Tonucci dalla lunga distanza. Ma il Lecce è ancora vivo e lo dimostra subito con il solito Mancosu, che approfitta di una punizione per segnare il suo quinto gol nel campionato cadetto. La risposta del Foggia si perde in un gol di Mazzeo annullato per presunto fuorigioco. La partita vive di sprazzi e capovolgimenti di fronte, con i giallorossi che cercano il pareggio correndo qualche rischio nelle retrovie. Ma il pareggio arriva al 74′ grazie a La Mantia che si fa perdonare l’errore del primo tempo, regalando un buon punto alla propria squadra. Il Lecce potrebbe addirittura andare in vantaggio poco dopo, con lo stesso attaccante, ma Bizzarri c’è. I rossoneri ci provano ancora con Kragl, il risultato resta però intatto sul 2.2.

La partita termina con i padroni di casa contestati da una parte dello stadio e gli ospiti che tirano un sospiro di sollievo; ci si rimette in carreggiata con un punto che sposta la classifica e fa ben sperare.


Tabellino

Foggia-Lecce 2-2

Marcatori: 44′ Deli (F), 51′ Tonucci (F), 54′ Mancosu (L), 73′ La Mantia (L)

Foggia (3-5-2): Bizzarri, Martinelli, Tonucci (75′ Boldor), Ranieri (68′ Loiacono), Gerbo, Agnelli (64′ Busellato), Carraro, Deli, Kragl, Galano, Mazzeo. All. Grassadonia.

Lecce (4-3-1-2): Vigorito, Lepore (77′ Venuti), Marino, Meccariello, Calderoni, Petriccione, Arrigoni, Scavone (68′ Palombi), Mancosu, Pettinari, La Mantia (85′ Tabanelli). All. Liverani.

Arbitro: Aureliano di Bologna.