Il Lecce cade ad Ascoli, arriva la prima sconfitta

0
35

Ascoli Piceno – Dopo due pareggi consecutivi, mentre i tifosi aspettavano una bella vittoria al ‘Del Duca’, arriva invece la prima sconfitta stagionale per i giallorossi. Liverani propone due novità nella formazione: Bleve in porta al posto dell’infortunato Vigorito e Lucioni in tribuna sostituito da capitan Cosenza.

La partita procede dettando ritmi blandi, senza particolari emozioni, nonostante sia soprattutto il Lecce a prendere l’iniziativa verso l’aria avversaria. Al 17′ progressione straordinaria di Falco, il cui sinistro viene respinto da Lanni e raccolto da un ulteriore tiro di Pettinari che non riesce però ad arrivare in porta. Il Lecce insiste e al 29′ Frattesi chiude bene un’altra situazione pericolosa, mentre 
Pettinari matura un paio di buone occasioni intercettate dal portiere. Al 42′, invece, i giallorossi subiscono il primo brivido: Laverone lavora bene a sinistra e serve un cross sulla testa di Ninkovic  
che a distanza ravvicinata colpisce la traversa. Il Lecce spreca un’altra possibile occasione prima dell’intervallo.

Nel secondo tempo si rivede l’ex Perucchini. Mancosu, meno attivo del solito, mette la palla in rete dopo una bella azione, ma il fuorigioco è palese e l’arbitro annulla. Frattesi risponde con un bel tiro, ma spara troppo alto. La Mantìa entra al posto di Pettinari al 64’
 ma è l’attacco avversario ad avere la meglio: il vantaggio dell’Ascoli arriva con Ardemagni, che approfitta di un colpo di sonno della difesa e non sbaglia. Ci riprova anche poco dopo, ma il fuorigioco nega all’attaccante la gioia del raddoppio. Al 76′ un colpo di testa di Meccariello  non riesce ad inquadrare lo specchio della porta. 
Nei minuti di recupero, il Lecce potrebbe pareggiare con un colpo di testa di La Mantìa ma da posizione defilata il tiro non è un granché e il portiere non ha problemi.

Indubbiamente, meglio una partenza blanda con 2 punti in tasca in 3 gare che una stagione incolore che mette in pericolo anche la salvezza. Perché il vero Lecce, quello che finora è stato visto solo in potenza, deve ancora venir fuori.


Tabellino

LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Fiamozzi, Cosenza, Meccariello, Calderoni; Petriccione, Arrigoni, Scavone; Mancosu; Falco, Pettinari. 
- Panchina : Vigorito, Milli, Lepore, Torromino, Haye, Palombi, Marino, La Mantia, Tsonev, Tabanelli, Venuti, Armellino, Bovo.
 – Allenatore: Fabio Liverani

ASCOLI (4-3-1-2): Lanni; Valentini, Brosco, Laverone, D’Elia; Frattesi, Casarini, Cavion; Baldini; Ninkovic, Ardemagni.
 – Panchina: Bacci, Perucchini, De Santis, Troiano, Ganz, Rosseti, Zebli, Quaranta, Addae, Kupisz, Beretta, Valeau. – 
Allenatore: Vincenzo Vivarini

Marcatori: 70′ Ardemagni


Minuti di recupero: 1 p.t.; 5 s.t.


Ammoniti: Cosenza, Calderoni, Ardemagni, Ninkovic, Frattesi

Espulsi: –


Arbitro: Rapuano di Rimini

Assistenti: Cangiano-Schirri

IV Ufficiale: Marchetti