Cicloamatori, Cazzato in volata si impone a Novoli

0
349

Cicloamatori

Novoli (Le) – È il giovane portacolori del team Calcagni, che fino a maggio scorso correva in Toscana tra i dilettanti, ad aggiudicarsi il I° Giro Ciclistico dell’Unione dei Comuni del Nord Salento, magistralmente organizzato dal Gruppo Ciclistico Novoli, in collaborazione con il Gruppo Ciclistico Salice e l’ASD Ciclisti Campi.

Al termine di una gara entusiasmante e dagli elevati contenuti tecnici, Cazzato batteva in volata il compagno di squadra Ingrosso ed il fortissimo Colletta del GS Piconese, che con questo risultato si aggiudica la classifica assoluta del Cicloamatour con una gara d’anticipo.

Un circuito completamente pianeggiante, quello novolese, reso ancora più veloce e sicuro dall’ottimo stato del manto stradale e dall’ampiezza delle carreggiate, sul quale il gruppo dei migliori ha fatto registrare la siderale media dei 44 km orari.

Una gara combattuta, caratterizzata dalla fuga promossa da Calcagni e Negro al secondo giro dei nove previsti, cui si accodavano Serafini e Peruzzi. I quattro pur procedendo di comune accordo, venivano controllati a distanza dal gruppo inseguitore che al terz’ultimo giro sotto l’incedere dei ciclisti del GS Marangiolo e del Gruppo Ciclistico Novoli chiudevano il gap con i fuggitivi  ponendo le basi per un arrivo a gruppo compatto.

Soddisfatti gli organizzatori per la riuscita della manifestazione che ha visto lungo tutto il percorso la presenza di un folto numero di appassionati. “Spero che i corridori si siano divertiti ed abbiamo vissuto una bella giornata di ciclismo” dice Mino Roma Presidente del GC Novoli che continua ringraziando le forze dell’ordine intervenute e tutti i volontari delle Protezione Civile, che hanno vigilato su tutto il percorso, facendo correre i partecipanti nelle condizioni di più assoluta sicurezza.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleL’ANALISI. Salernitana – Lecce: troppo timore o partita decisa dagli episodi?
Next articleC’è chi viene e c’è chi va: gli ultimi movimenti del calciomercato del Lecce