Bistrovic si presenta: “Sono qui per migliorare ancora, Lecce è una grande opportunità”

0
15

Lecce – Il Responsabile dell’area tecnica Corvino e il Direttore Sportivo Trinchera hanno presentato un altro nuovo acquisto della campagna di rafforzamento in vista della Serie A. Ecco, le dichiarazioni del Direttore Corvino: “Tutto ci possiamo far mancare tranne la fisicità. In Serie A, la componente fisica ha la sua importanza. Come avete visto, dai giocatori arrivati, tutti hanno una grande fisicità. Sugli esterni, cercavamo dinamicità e tecnica. Bistrovic ha disputato 128 partite in Turchia, ha disputato gare in Champions ed Europa League. Abbina alle caratteristiche fisiche anche ottima tecnica e visione di gioco. Riesce a vincere molti duelli in fase difensiva e con la palla tra i piedi è bravo perché ha un coefficiente di realizzazione nei passaggi molto alto. È molto duttile ed è molto generoso nell’ aiuto ai compagni. Ha ottime doti balistiche quindi arriva spesso in zona gol. È un vero e proprio box to box

Il nuovo centrocampista giallorosso prende la parola: “Abbiamo giocato con il Cittadella una buona partita, poi abbiamo sofferto. Ci dobbiamo ancora conoscere ma sono sicuro saremo pronti per la prima in Serie A. Ho giocato con  Viviano, Borini e Biraschi lo scorso anno e ho iniziato a parlare un pochino italiano. Mi hanno parlato bene di Lecce e di tutta l’Italia, so che non sarà difficile ambientarsi. Venire qui non è stata una decisione difficile, ho accettato subito. Conoscevo bene la passione dei tifosi, è stato elettrizzante e li ringrazio. Credo che insieme a loro, ci toglieremo delle soddisfazioni. Sono pronto a giocare tutta la partita contro l’Inter. Sto arrivando piano piano ad una condizione ottimale. Sono felice di iniziare il campionato in una partita così importante. Il mio obiettivo è quello di giocare il più possibile, aiutando la squadra a fare punti per raggiungere la salvezza. Siamo una squadra giovane ma penso che siamo pronti per partecipare a questo campionato

Bistrović aggiunge: “Tutti conoscono il blasone della Serie A, forse il più difficile al mondo. C’è altissimo livello, sono molto felice di essere qui per affrontare questa sfida. Noi dobbiamo giocare al massimo livello per continuare questa avventura. Per il momento, non riesco a scegliere nessuno dei miei compagni. Mi hanno impressionato tutti perché tutti danno il massimo.  Sto lavorando molto per essere pronto sui calci piazzati. Mi alleno molto in questo, anche perché credo che si possano fare punti con questo tipo di calcio. Non ricordo se ho giocato contro Cetin, so che è un ottimo giocatore e spero di allenarmi presto con lui. Mi piace il numero 8 da quando sono bambino. Sono felice di aver preso questo numero, è classico e racchiude e descrive un centrocampista box to box. Per me è un grande onore giocare una partita contro una squadra come l’Inter. Non vedo l’ora che inizi questa partita”.