Al “Via del Mare”, in attesa di Lecce-Treviso

0
388

Lecce – Una penna, dei fogli con lo stemma dell’U.S.Lecce, la distinta delle formazioni, e lo sguardo attento strapazzato dal vento di scirocco, questa è la nostra foto di oggi, scattata dalla Tribuna Stampa; è l’istantanea dal “Via del Mare” dove il Lecce di Toma incontra il Treviso.
Tanta l’attesa non solo per le scelte del mister di Maglie ma perché questo campionato, tutti, vorrebbero saltarlo a piè pari. Tutti vorrebbero fuggire da questa categoria, la Lega Pro, che è una distesa di sabbie mobili che al minimo errore non perdona e risucchia nell’infinito dei perché.

Ha pagato Lerda, per i suoi errori e per gli errori di una squadra che non lo seguiva più, ora basta scuse, bisogna correre e vincere.
La Berretti, ieri, ha strapazzato il Martina, fuori casa, per ben 4-0 e continua la sua cavalcata verso l’apoteosi finale, passando per Viareggio. Di solito i giovani devono “prendere” esempio dai “vecchi”; qui è il contrario, la “banda” di guasconi che Toma ha cresciuto sia specchio dove riflettersi per la prima squadra.
Dopo la chiusura della “Sud”, giusta a nostro modo di vedere, ma alquanto antipatica per chi ha nel cuore quel settore, e tutte le incertezze che scaturiscono dai mancati risultati, bisogna vincere. Senza ma e senza perché, vincere e anche convincere. Convincere di essere la squadra più forte del girone, e riprendersi la Serie B “rubata” da un palazzo frettoloso di trovare un capro espiatorio alle brutture del calcio moderno.
Le condizioni del terreno di gioco non saranno le migliori a causa, anche, di una fastidiosa pioggerellina che cade su Lecce nelle ultime ore.
Proviamo a ipotizzare la “prima” formazione di Toma, che dovrà fare a meno degli infortunati Foti, Zappacosta, Ferrario e Diniz:
Benassi tra i pali; D’Ambrosio a destra, Tomi a sinistra, Esposito e Martinez centrali; Giacomazzi e Memushaj angeli custodi del centrocampo con i quattro davanti, Dramè o Pià a sinistra, Falco a destra con Bogliacino e Chevanton che dovrebbe, dal primo minuto, suonare la carica ai suoi compagni.
Il Treviso che arriva al “Via del Mare” è una squadra incerottata e ultima in classifica ma che vorrebbe fare bene. Ruotolo schiererà sicuramente Semenzato, l’ex, dal primo minuto, e dovrà fare a meno degli infortunati Esposito, Vailatti, Picone e di Kyeremateng fermato dal giudice sportivo.
Sicuramente, il mister schiererà il solito 4-4-2, molto abbottonato e pronto alla ripartenza. Questi i probabili undici: Merlano; Cernuto, Stendardo, Zammuto, Semenzato; Videtta, Fortunato, Komac, Spinosa; Tarantino, Strizzolo.
L’arbitro dell’incontro sarà Verdenelli della sez. di Foligno.
L’appuntamento è per le ore 14.30. È tutto pronto per una “domenica” speciale.
Fonte: Puglia Calcio24
{loadposition addthis}