Puglia Green Hour 2015 “Il Salento racconta”: spettacoli teatrali gratuiti nell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo

0
409

psicho killerPorto Cesareo (Le) – Puglia Green Hour 2015 è una rassegna che si tiene  in dodici località della Puglia tra parchi nazionali, riserve naturali e aree marine protette e prevede  attività, spettacoli e laboratori. Prenderà avvio a cominciare dal giorno del solstizio d’estate, quando il sole determina il  giorno più lungo.

All’interno dell’iniziativa si è inserita  anche l’Area Marina Protetta Porto Cesareo che darà inizio alla festa del sole – domenica 21 giugno – ai piedi di Torre Lapillo a partire dalle 17 con la possibilità di visitare la Torre  grazie alla presenza di guide che aiuteranno i partecipanti a scoprirne aspetti storici e architettonici.

Dalle 18 ci sarà una mini escursione alla scoperta delle depressioni carsiche (“spunnulate”) di Torre Castiglione, con partenza dalla Torre.

Si potrà poi ammirare la bellezza del  tramonto degustando vini salentini e stuzzichini sulla panoramica terrazza della Torre, in attesa dello spettacolo teatrale “Tra il dire e il Fare – La Luna nel Letto. PSYCHO KILLER – quanto mi dai se ti uccido?” che  vedrà  la partecipazione di  Walter Spennato, con Ippolito Chiarello, Raffaele Casarano. La regia è di Michelangelo Campanale.

Gli spettacoli teatrali, gratuiti, proseguiranno  il 4 Luglio 2015 a partire dalle ore 21e vedranno come location la meravigliosa e suggestiva Isola dei Conigli con “Digiunando davanti al mare” con un racconto su Danilo Dolci. La regia sarà di  Fabrizio Saccomanno.

Altro imperdibile appuntamento  il 19 Luglio 2015 alle ore 21.30 presso Piazza Nazario Sauro a Porto Cesareo, dove andrà in scena “La bella tarantolata nel grano”, una commedia musicale on the road a cura della Compagnia delle Formiche.

 Info e prenotazioni: 3343008941 – info@ceaportocesareo.it

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleGalatina, il 21 giugno, dalle 19 “Segni di una comunità. Arti e inclusione sociale: primo evento di Community Dance”
Next articleNow I See: il pianoforte che dipinge in un’operazione di crowdfunding per volare all’estero