“Ripartiamo da Campi”. Il prof. Egidio Zacheo presenta la sua squadra per le Amministrative del 25 maggio

0
1646

Ripartiamo da CampiCampi Sal.na (Le) – Si è tenuta ieri, presso la sede del comitato elettorale inaugurato per l’occasione, la presentazione ufficiale della compagine che sosterrà il prof. Egidio Zacheo nella sua corsa alle prossime Elezioni Amministrative del 2014 che si terranno domenica 25 maggio, in concomitanza con le Elezioni Europee. 

Ripartiamo da Campi, il nome scelto per la lista, sintesi del febbrile lavoro politico di quest’ultimo periodo. Progetto attorno al quale, oltre alle forze di centro sinistra, ha aderito dopo un serrato confronto Alfredo Fina, attuale consigliere di centro destra e leader del movimento l’Alternativa c’è.  

Si è quindi ufficializzato quello che, fra sussurri e grida, già da tempo si vociferava negli ambienti politici campiensi. Presenti tutte le componenti della coalizione: Angelo Sirsi, segretario del locale circolo PD, Alessandro Conversano per Sinistra Ecologia e Libertà, Giuseppe Renis per il movimento la Puglia in più, Alfredo Fina ed il candidato sindaco Egidio Zacheo.

Apre la conferenza il segretario cittadino, Angelo Sirsi. “Lo spirito con cui abbiamo costruito questa coalizione non è un semplice patto elettorale. Ci siamo riuniti attorno ad un progetto per il paese. La centralità della nostra azione politica, se vinceremo le amministrative, sarà Campi“.
La parola è passata quindi ad Alfredo Fina: “In un’intervista mi è stato chiesto se sento di essere una pietra dello scandalo, come da più parti si è detto, per l’accordo raggiunto con il prof. Egidio Zacheo. Il mio progetto per Campi, nel confronto che ha caratterizzato le parti in queste settimane, è risultato essere perfettamente sovrapponibile a quello del Prof. Zacheo. Dall’idea di partenza, che mi vedeva candidato sindaco con una mia lista, ho capito che dovevo fare un passo indietro per fare in modo che fosse la mia città a farne tre in avanti”. Ed ha poi concluso. “Io sono e resto un uomo di destra. L’essere in questa lista assieme al mio movimento non mi porta alcun turbamento, anzi mi onora il fatto di esserci. Sono sicuro che questa compagine riporterà l’entusiasmo nelle persone e, se è vero che la politica cammina sulle gambe della gente,  noi dobbiamo darle le gambe della gente giusta.”

La parola è poi andata agli esponenti della Puglia in più e di Sinistra Ecologia e Libertà, Giuseppe Renis e Alessandro Conversano, che hanno sostanziato il perché della loro presenza nella coalizione, ponendo l’accento su quelli che saranno i punti caratterizzanti del programma e della loro azione politica, ribadendo infine un concetto caro al candidato Sindaco quello cioè di essere una cosa sola nell’azione politico-amministrativa pur conservando la propria identità.

“Abbiamo fatto un ottimo lavoro” esordisce infine Egidio Zacheo. “In questo periodo di crisi profonda della politica, tenendo conto della sfiducia dei cittadini nei confronti dell’intera classe dirigente locale e nazionale, cosa da me vissuta con molta sofferenza, sentivo di dover dare nuovamente il mio contributo per la mia città. È per questo che ho aderito con convinzione alle richieste giuntemi da più parti di candidarmi alla carica di sindaco”. Ha poi continuato. ”In una riunione che abbiamo tenuto nella sede del movimento l’Alternativa c’è, citando Einstein, Alfredo Fina diceva – non puoi cambiare se fai sempre le stesse cose. Il cambiamento noi lo abbiamo iniziato e continueremo, coinvolgendo la cittadinanza nella vita amministrativa nelle modalità giuste. Perché saremmo fuori strada se pensassimo che undici consiglieri e quattro assessori possano portare avanti un progetto così vasto”. Concludendo, “Noi chiederemo il voto non promettendo favori, ma per una lista seria fatta da persone serie che ha obiettivi alti ed utili per tutta la Comunità”.

La sfida che attende la coalizione guidata dal prof. Zacheo non è cosa da poco. Lui ha abituato la sua comunità ad essere seguita con sguardo attento. L’univocità d’intenti con Alfredo Fina, storico esponente della destra campiense, dovrebbe essere garanzia di uno sguardo di pluralità e non di parte. Restiamo in attesa, se lo vorrà, della voce dell’altro contendente per conoscere i suoi programmi e la sua visione della Campi che verrà. 

{loadposition addthis}