Passioni, progetti, battaglie, impegno, futuro: tutto questo nell’assemblea del Movimento Regione Salento

0
19
Il calore e il colore del Salento, tradizioni, cultura, emozioni, battaglie, progetti futuri e nuove sfide, tutto nella Sala dell’Hotel Tiziano di Lecce che ha ospitato l’Assemblea generale del Movimento Regione Salento tra immagini, musica, video e la voce dei protagonisti della beltà della politica territoriale. L’evento è stato presentato dal giornalista Mario Vecchio.
L’ingresso in sala del Presidente Paolo Pagliaro è stato salutato da un gruppo musicale e da una ballerina di pizzica ed è su quel ritmo, attivo, vivo, e propositivo che l’azione del movimento si è radicata nel territorio combattendo tantissime battaglie, alcune delle quali sono state inserite in un video emozionale che ha catturato l’attenzione dei presenti perché è bello rivedere e rivedersi.
Il Presidente come sempre propositivo è già pronto a continuare a combattere per vincere le prossime sfide, la prima, importantissima riguarda la tornata elettorale delle amministrative del 12 giugno: “Dobbiamo costruire le basi di un’importante campagna elettorale, per progettare il futuro e far sventolare sempre più in alto le bandiere del nostro movimento in tutti i comuni impegnati in queste elezioni 2022”.
Poi il via alla presentazione dei candidati sindaci, partendo da Annamaria Campa e Fabio Vergine, di Galatone e Galatina unici due comuni sopra i 15mila abitanti dove il movimento si presenta con la propria lista; e poi voce ai candidati in ogni consiglio comunale, da Guagnano a Melendugno, e poi Scorrano, San Cassiano, Ortelle – Vigna Castrisi, Castrignano dei Greci e San Cesario di Lecce, Aradeo, Castro, Salice Salentino e Otranto.
Entusiasmo e tenacia intorno al progetto, momenti di riflessione, scambio di idee e di vedute in una sala gremita di militanti e simpatizzanti, di guerrieri salentini, che vengono dalla società civile e che hanno deciso di mettersi in gioco per combattere battaglie ritenute giuste per il bene di un territorio meraviglioso e maltrattato, il tutto senza fronzoli ma con tanta concretezza, quella di un movimento che ha deciso di abbracciare la politica del fare, poche parole e tanti fatti, testimoniati dall’impegno reale. Sit-in, manifestazioni e l’impegno in Regione del presidente: dall’alta velocità fino alla battaglia contro l’eolico off shore al largo della costa più bella d’Italia che abbraccia il Canale d’Otranto, e dunque la Metropolitana di Superficie, la SS 275, la 274, la quattro corsie Lecce-Taranto, la Darsena di San Cataldo, il potenziamento dell’Aeroporto del Salento, il trasporto su ferro e su gomma, e poi ancora le battaglie per la buona Sanità ed i progetti per la Cultura dalla PdL per la Fondazione Tito Schipa a quella per la valorizzazione della figura di Cosimo De Giorgi.  Un impegno totale, giornaliero, come la goccia che scava la roccia.
Le criticità sono tante, tutti i presenti ne hanno consapevolezza ma l’impegno continuerà ad essere continuo e certosino in tutti i progetti futuri, nelle nuove sfide, nel solco di un percorso che guarda ancora oltre.
Adesso c’è un altro obiettivo da centrare: continuare ad avere propri rappresentanti in tutte le istituzioni, ed ora più che mai in tutti i Comuni, con un unico slogan che altro non è altro che un grido di battaglia: “Andiamo a vincere”.
Sono seguiti gli interventi di tutti i dirigenti presenti del Movimento Regione Salento: il portavoce, consigliere provinciale e sindaco di Sogliano Cavour, Giovanni Casarano, il coordinatore regionale Pierpaolo Signore, il coordinatore provinciale Francesco Viva, il coordinatore di Lecce Giancarlo Capoccia, Lino Luperti dirigente provinciale di Brindisi, Salvatore Potì dirigente provinciale Lecce e del segretario politico Cesare Vernaleone, moderatore della serata.
Nella grande sala si respirava l’aria della consapevolezza di essere dalla parte giusta: dalla parte del Salento, dei suoi figli, della sua tutela, del suo sviluppo. Il Movimento Regione Salento è una grande famiglia che crede e lavora per un futuro migliore, perché uniti e coesi si possono raggiungere risultati impensabili.
“La politica è vita, è bella. Fare politica è bellissimo, è passione, ma bisogna farlo per essere utili agli altri – conclude il consigliere regionale Paolo Pagliaro – bisogna crescere e migliorare. Fatevi sentire più vicini e vogliosi di essere protagonisti, continuiamo a combattere per il nostro Salento”.
Infine, c’è stato un conviviale rinfresco per continuare a sorridere guardando in direzione futuro.