Campi Salentina, tasse? No problem, confezionato l’abc dei tributi comunali

0
781

Cosimo Grasso - Assessore al Bilancio e ContenziosoCampi S.na (Le) – Stilato il primo regolamento comunale che disciplina interamente la materia tributaria comunale. “I cittadini prima di tutto”, con questa prerogativa l’Assessore al Bilancio e Tributi, Cosimo Grasso, in tempo utile, come chiesto dalla normativa vigente, ha confezionato un nuovo regolamento IUC (Imposta Unica comunale) che racchiude in se l’IMU, la TARI e la TASI.

Si è operato coinvolgendo totalmente le categorie professionali interessate ed i cittadini di Campi, per quello che sarà a tutti gli effetti il documento imprescindibile per riuscire a districarsi nella giungla di tasse, tributi e imposte. “Teniamo fede ai concetti che hanno tracciato la nostra campagna elettorale”. Sostiene Cosimo Grasso alla vigilia del Consiglio Comunale, che si terrà domani, martedì 9 settembre, alle ore 17.00 e che vedrà al quarto punto all’ordine del giorno proprio l’approvazione della IUC.

“Nel rappresentare alla lettera la nostra idea di fare politica e di amministrare, per arrivare alla stesura del regolamento,  abbiamo coinvolto tutti i consulenti ed i commercialisti presenti sul territorio comunale, inviando loro un mail, al fine di chiedere suggerimenti, consigli, pareri ed accogliere eventuali dubbi o perplessità. L’occhio clinico ed il contatto diretto con l’utenza avrebbero, secondo noi, aiutato nella produzione del disciplinare. Dico avrebbero perché, purtroppo, devo esprimere il mio personale rammarico, poiché quell’aiuto sperato non c’è stato. Di contro però, il mancato supporto da parte dei professionisti, è confortato dalla partecipazione diretta dei cittadini, alcuni dei quali hanno contribuito in maniera determinante al completamento del regolamento IUC. Ad ogni modo, da parte mia e di tutta l’Amministrazione Comunale, vi è la ferma volontà a proseguire sulla strada della partecipazione allargata e, di volta in volta, a seconda della materia trattata, non esiteremo nel coinvolgere, con la stessa decisione, i professionisti ed i tecnici interessati così come le associazioni di categoria, gli enti e i cittadini tutti. Detto questo – precisa l’Assessore Cosimo Grasso –  ancora per qualche giorno, la bozza del regolamento sarà disponibile presso gli uffici comunali preposti, per tutti coloro che sono interessati alla lettura e ritengano necessario proporre dei correttivi”. Il regolamento passerà domani al vaglio dell’intero Consiglio Comunale (si spera) per richiederne l’approvazione. “Complessivamente – sottolinea l’Assessore Grasso – abbiamo cercato di rendere, per quanto possibile, facile l’applicazione della norma statale, andando a rendere l’iter il più snello possibile. Allo stesso tempo, però, siamo andati incontro alle classi sociali economicamente più deboli. Ad esempio per quanto riguarda la TASI, abbiamo esentato dal pagamento i conduttori o affittuari di immobili, affinché chi non possiede una casa e quindi ne affitta una, non debba pagare tale imposta. Abbiamo esonerato dal pagamento della TASI, anche i proprietari di abitazioni principali, la cui rendita catastale venga accertata inferiore o uguale a 250 euro, inserendo una detrazione di imposta pari a 80 euro e cioè il rispettivo dell’importo TASI. Inoltre, con questo regolamento, abbiamo districato un nodo ostico come quello del pagamento contestuale di IMU e TASI appunto, in relazione alla seconda casa. Il nuovo regolamento, per quanto riguarda la TASI, prevede la tassazione solo per l’abitazione principale e non per l’eventuale seconda casa, interessata invece dall’IMU. Nel regolamento – continua l’Assessore al Bilancio – abbiamo previsto l’aiuto ed il supporto da parte del Comune, nel caso di denuncia della TARI. Ad esempio, in caso di cambio di residenza, l’Ufficio Anagrafe inviterà il cittadino a compilare un apposito modulo da presentare all’Ufficio Tributi prima di procedere con l’effettivo cambio di residenza, così da uniformare la nuova residenza con le imposte corrispettive. E per quanto riguarda l’IMU, abbiamo previsto che, nel caso di aree edificabili, si potrà giudicare il reale valore dell’area stessa a seconda delle sue peculiarità e della conformazione”.

Ma le novità in materia tributaria per il Comune di Campi non riguardano solo la regolamentazione; si punta al contenimento della spesa per le casse comunali, pur garantendo la giusta qualità dei servizi e contenendo i costi per i cittadini. “Per la prima volta – sottolinea Cosimo Grasso – il Comune di Campi Salentina adotterà la riscossione diretta per quanto riguarda la tassa sui rifiuti o TARI. Questo comporterà un notevole risparmio sul bilancio comunale. In più, l’aliquota della TASI, imposta obbligatoria, è stata fissata al 2,2×1000, anziché al 2,5×1000, ed andrà a coprire il mancato gettito da parte dello Stato sulla prima casa che nel 2013 si è attestato a 280mila euro”. Un regolamento tributario al passo con i tempi, in un’ottica reale e tangibile di semplificazione della Pubblica Amministrazione. Tasse sì ma senza gravare incondizionatamente sui cittadini e con un’attenzione particolare alle fasce sociali. 

{loadposition addthis}