#Amministrative 2016: Annamaria Capodieci politica di lungo corso e Marianna Blasi alla sua prima esperienza

0
2732

Capodieci BlasiTrepuzzi (Le) – Confronto fra Annamaria Capodieci e Marianna Blasi, un insegnante ed una funzionaria dello stato, rispettivamente candidate con Solidarietà Lavoro e Democrazia, e On – Accendi Trepuzzi

Raccontatevi ai vostri probabili elettori

Annamaria : “Ho cinquantotto  anni, sono sposata e ho un figlio e una figlia 

di trenta e venticinque anni. Insegno nella Scuola Primaria da trentatré anni essendo  entrata in ruolo per pubblico concorso a venticinque anni ad Ancona. Nella Scuola curo i rapporti con il territorio con l’ incarico di funzione strumentale   di supporto agli  alunni e sono referente del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze e delle Olimpiadi dell’ Amicizia. Opero nel volontariato da circa  quindici anni ,  al servizio  di famiglia e minori. Coordino i laboratori creativi (circa quattordici) dell ‘ Associazione e vari progetti in rete con l’ amministrazione comunale , il tribunale dei minori, le Caritas Parocchiali  e il CSV Salento.Inoltre sono  Presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Trepuzzi. La sensibilizzazione della cittadinanza contro ogni forma di violenza e di sopruso ,i  progetti nelle scuole di educazione alle emozioni e alla sessualità contro gli stereotipi di genere, per prevenire la violenza sulle donne, il bullismo , l’ omofobia, il razzismo e la discriminazione è stata la linea di azione della nostra Commissione. Sono dirigente del Partito Democratico trepuzzino”.

Marianna: “Ho 35 anni e sono un funzionario pubblico. Mi occupo di contenzioso tributario e sono appassionata del mio lavoro, che, con le sue mille sfaccettature, mi permette di studiare e approfondire diverse e interessanti fattispecie. Sono sposata e mamma di due bambini piccoli. Amo passare il mio tempo libero occupandomi di loro, facendo attività costruttive e divertenti e uscendo insieme in bicicletta”.

Avete mai avuto esperienze politiche?

Anna Maria: “Ho sempre militato nella sinistra, perché i miei ideali di uguaglianza , lotta contro le discriminazioni, l’ attenzione alle problematiche ambientali, il perseguimento di traguardi a favore delle donne li ho trovati sempre e solamente nella sinistra. E’ comunque la prima volta che scendo attivamente in campo”.

Marianna: No, questa è la mia prima esperienza e ne sono entusiasta”.

Per quale motivo  avete scelto le vostre rispettive liste?

Annamaria: “In questa fase della mia vita  mi sono sentita pronta a mettermi a disposizione della mia città e delle persone che come me la amano e la vivono; l’ ho fatto candidandomi con   La lista “Solidaretà Lavoro Democrazia”  con Giuseppe Taurino Sindaco . perché ho trovato in essa un progetto di cambiamento ambizioso e lungimirante che tiene conto delle risorse reali del nostro paese e guarda al futuro dei nostri giovani”.

Marianna:“Sono rimasta affascinata dalla personalità di Antonio Miglietta, che ho avuto il piacere di conoscere solo adesso: una persona onesta, lavoratrice, con un forte carisma; inoltre, il gruppo con cui sono candidata è davvero fantastico: affrontiamo i problemi che caratterizzano Trepuzzi (e che ci prefiggiamo di risolvere) con serietà e ottimismo, sicuramente aiuta molto essere un gruppo di gente giovane, capace e propositiva, volenterosa di mettersi in gioco per risollevare le sorti di un paese letteralmente in decadenza”.

Quale dovrebbe essere il compito di un consigliere comunale ?

Annamaria:La condivisione, la disponibilità, la coerenza , la trasparenza, l’ onestà,l’ impegno costante  l’ attenzione alle istanze provenienti dalle concittadine e dai concittadini”.

Marianna:Un consigliere comunale, di qualsiasi lista sia, è eletto per rappresentare la comunità locale nel consiglio del proprio comune. Pertanto, un consigliere ON, secondo quello che è lo spirito guida della nostra lista, si farà portavoce delle istanze, delle richieste, degli appelli di tutti i cittadini di Trepuzzi, al fine di conseguire quello che è l’obiettivo cardine del nostro progetto: “accendere Trepuzzi” e riportarlo a quel ruolo di guida dei comuni del Nord Salento che non ha più, ormai, da troppo tempo”.

Quali sono i cinque punti irrinunciabili per Trepuzzi da affrontare nel caso la vostra lista vincesse le elezioni?

Annamaria: Giovani e Lavoro: attraverso contatti con le aziende, connessioni con le agenzie di sviluppo locale, l’ istituzione dell’ Ufficio Progetti e UE che si occupi in particolar modo dell’ intercettazione dei finanziamenti Europei, Nazionali Regionali. Bilancio di Genere: con la destinazione di risorse per la conciliazione vita-lavoro delle donne potenziando i servizi. L’ attuazione di un piano di azione  per prevenire e contrastare la violenza sulle donne ,la disuguaglianza e le discriminazioni. Scuola accogliente e sicura: ripristino e manutenzione straordinaria e ordinaria degli edifici scolastici intercettando fondi europei nazionali e regionali. Attivazione di corsi di formazione concordati con la scuola a supporto degli alunni , dei docenti, dei genitori. Azioni in raccordo tra famiglia, scuola, agenzie educative e territorio al fine di guidare i bambini al “rispetto tra i generi” per combattere bullismo, omofobia,razzismo e violenza sulle donne. Incentivazione di progetti che coinvolgano bambini , ragazzi e famiglie in attività alla riscoperta della cultura e delle tradizioni locali. Associazioni: realizzazione di luoghi della cultura assieme ad associazioni  ,parrocchie  ed enti locali inserendo le sedi in una rete di percorsi diffusi su tutto il territori di Trepuzzi Casalabate , recuperando gli spazi in disuso e facendo leva su quelli esistenti. Valorizzazione delle Associazioni presenti sul territorio  attraverso il supporto logistico, infrastrutturale e organizzativo nell’ ambito delle loro attività.  Promozione di progetti in rete che favoriscano l’ ambiente, la storia le tradizioni e contrastino le nuove povertà. Trepuzzi – Casalabate: Indirizzare tutte le risorse necessarie su Casalabate al fine  di intervenire in maniera pragmatica in merito all’ erosione costiera, coinvolgendo i comuni limitrofi e direttamente coinvolti. Recuperare  le zone umide,garantire manutenzione delle spiagge e tutela delle dune. Valorizzare il percorso tra le dune attraverso l’ investimento su luoghi di ritrovo giovanile (ristoranti . pub) che contribuiscono alla conservazione e fruizione delle bellezze paesaggistiche presenti con attenzione al decoro urbano della nostra Marina affinché torni a risplendere e rappresenti la Porta d’ Oriente”.

Marianna: Riqualificazione delle aree verdi del nostro territorio da valorizzare per i bambini e le famiglie in genere; messa in sicurezza delle scuole pubbliche con contestuale progetto di ripristino e/o creazione delle mense scolastiche; rinascita e spinta del commercio locale; ripristino delle strutture sportive esistenti e rilancio di eventi sportivi a livello extra-comunale; coordinamento con il comune di Squinzano per la riqualificazione della marina di Casalabate.

Quali pensate siano i concetti identificativi della vostra lista che la rendono diversa dalle altre due in competizione?

Annamaria: La Nostra è una lista dichiaratamente di centro-sinistra con l’ ambizione di essere la Sola  in grado di raggiungere gli obiettivi prefissati, sia perché siamo in sinergia con  ciascun cittadino, sia perché  siamo in grado  di mettere in campo strategie di ripresa e di progresso anche intercettando fondi comunitari, dai quali non si può prescindere”.

Marianna: A differenza delle altre liste, e non solo delle due in diretta competizione con noi, la lista ON ha riunito in sé simpatizzanti di tutte le aree politiche, che si sono messi in gioco e a servizio di una intera comunità, uomini e donne che hanno voluto mettere le proprie professionalità – acquisite con anni di lavoro personale e sacrifici propri – a disposizione di un comune ormai abbandonato a se stesso, privo di qualsiasi stimolo e slancio vitale. Noi proponiamo alternative a questo lassismo imperante, perché siamo convinti che cambiare sia possibile e doveroso nei confronti di tutti coloro che vogliono risvegliarsi dal torpore in cui questa comunità è precipitata negli ultimi 23 anni”.