Svicat, coach Fedrigo tuona: “Migliorare in touche”

0
219

svicat stemmSquinzano (Le) – Il silenzio per evitare eccessivi rilassamenti che potrebbero ledere alla rincorsa della Svicat verso la testa della classifica. La società Evergreen infatti ha reso noto il silenzio stampa dei suoi tesserati esclusivamente per permettere ai suoi ragazzi una giusta preparazione al match di Avezzano, partita che dovrà vedere il rilancio della Svicat, caduta domenica a Melendugno con il punteggio di 19-20; lo score, incerto fino alla fine, non ha premiato l’ampio dominio dei laziali, che hanno rischiato la sconfitta su una trasformazione tentata e fallita da Robuschi. 

Testa ad Avezzano – Coach Fedrigo stigmatizza la sconfitta e pensa già a domenica: “La scorsa domenica ci poteva stare la sconfitta con una squadra forte come il Viterbo; nonostante il dominio dei laziali, sempre con la palla in mano, la sconfitta mi lascia un po’ di amaro in bocca per come è venuta”. Il trainer elenca poi gli aspetti da migliorare: “Dobbiamo migliorare in touche ed in mischia; questi fondamentali sono necessari perché senza dovremmo appenderci alle azioni sporadiche nei nostri talenti”.

Relax dettato dalle due vittorie? La conferenza di Fedrigo continua poi nell’analisi della partita con i laziali: “Non mi è piaciuto l’approccio alla partita: durante la settimana i ragazzi mi sono sembrati troppo rilassati a seguito delle due vittorie consecutive. Ripartiamo dalla voglia di fare che questa squadra ha; dopo il faccia a faccia di ieri ho visto negli occhi dei ragazzi la voglia di vincere e ad Avezzano ci riscatteremo”. In Abruzzo mancherà ancora Tardio: “La sua assenza pesa per le touche”.

{loadposition addthis}

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleBleve: “Ascoli punto di partenza”
Next articleLerda insiste sulla difesa a quattro