Complice la sfortuna il Novoli saluta la Coppa

0
517

simone schipaNonostante una prova “maiuscola” il Novoli pareggiando con il Leverano dice addio alla Coppa. I ragazzi di Simone Schipa hanno collezionato una miriade di palle gol, ma è mancata quella dose di fortuna che di solito in una partita di calcio spinge la palla oltre la linea bianca.

Tra le file Leveranesi c’è l’ex Nestola.

Nel primo quarto d’ora le due compagini si misurano sul filo dei nervi studiandosi e pensando alle mosse giuste per far proprio il match. La prima palla gol è degli ospiti che con un destro di Quarta impegnano l’attento Antonica. I “rossoblè” però iniziano a prendere le misure e provano i missili terra area dalla distanza che solleticano lo specchio della porta senza inquadrarlo a dovere. Marasco uomo di categoria superiore fa sentire tutto il suo peso in campo e al 35’ lascia partire una sassata violentissima che si stampa sulla traversa: al Toto Cezzi,  a causa anche della forte tramontana, rimbomba ancora il suono del legno.

Il primo tempo scivola via e accompagna i tifosi nella seconda frazione di gioco. Il Novoli parte forte e al 48’ ha l’occasione per passare in vantaggio su calcio di rigore concesso per un fallo di mano in area di un leveranese, ma Scarcella manda la sfera ad accarezzar le nuvole. Nulla di fatto, ancora 0-0 ma i padroni di casa giganteggiano e al 60’ Marasco ruba palla e viene atterrato; il calcio di punizione viene battuto da Carlà, ma il pallone è sempre quello, è stregato e colpisce ancora l’incrocio dei pali.

La partita è viva e il Leverano si concede un break con Quarta prima e Scioni poi, quest’ultimo subentrato a Calcagnile, ma Antonica dice di no.

Qui si spengono gli ospiti e subiscono il gioco del Novoli che colleziona ancora palle gol, la più importante capita sui piedi di Giovanni Quarta che a tu per tu con il portiere si fa recuperare dai difensori. La partita termina in parità nonostante un Novoli brillante che deve soltanto recriminare contro la sfortuna vigliacca. Nota positiva della giornata, a parte la bella prova collettiva, è l’esordio di Mino De Iaco.

 

Tabellino

Novoli – Leverano 0 – 0

Novoli: Antonica, Mento, Taurino (Commendatore), Dazzi, Indirli, Elia, Quarta (De Iaco), Marasco, Carlà, Scarcella (Tartaglia), Vigliotti. All. Schipa.

Leverano: Fiorentino, Tondo, Greco, Lillo, Nestola, Papa, Giovannico, Del Grande, Quarta, Cazzella (Martano), Calcagnile (Scioni). All. Branà.

Arbitro: Zammillo di Brindisi.

 

Nella foto il mister del Novoli Simone Schipa

{loadposition addthis}

 

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleGubbio: tra “pareggite” ed una partnership totale
Next articleTra sacro e profano torna a bruciare la “Fòcara”, il fuoco più grande del bacino del Mediterraneo