Non sempre si può vincere

0
629
Torromino
FOTO: Stefano DI BELLA

Lecce – Non si può vincere ogni volta che si gioca ed un pareggio è oro colato quando si conquista contro un avversario di livello ed in una giornata nella quale la squadra ha risentito della stanchezza fisica e mentale rimediata dopo il doppio turno settimanale. Il Lecce, anche se meno brillante del solito, ha comunque giocato una buona partita, sempre alla ricerca della vittoria e se Pacilli e Torromino non avessero sbagliato due gol ad un passo dalla porta certamente staremmo a parlare di un’altra gara.

Una nota positiva viene dalla difesa, fino ad ora il reparto meno “in palla” della squadra giallorossa, sempre attenta a respingere le folate improvvise in attacco della Casertana. Enorme Bleve che salva il risultato ad una manciata di secondi dalla fine della gara su tiro di Ramos; ottima la prestazione di Drudi, ormai promosso a titolare, e di Cosenza; buona la prova di  Vitofrancesco mentre Ciancio risulta ancora una volta poco propositivo. 

Centrocampo appannato; Mancosu ed Arrigoni si dimostrano stanchi e con poche idee (meglio di loro i subentrati Tsonev e Fiordilino), Lepore,generoso come sempre, non brilla in quella posizione.

In attacco Pacilli risulta il più costruttivo mentre Torromino e Caturano giocano la loro partita più brutta dall’inizio del campionato; Vutov dimostra, nei pochi minuti giocati, di avere buoni piedi e mente lucida.

13 punti conquistati su 15; il ruolino di marcia è sempre da prima della classe. Adesso ci sia per tutti (anche per noi tifosi) un riposo costruttivo per la mente e per il fisico, in attesa della trasferta di Siracusa.

Avanti Lecce!