Mister Corini alla vigilia della gara contro il Brescia: “Venerdì notte non ho dormito, dobbiamo ripartire”

0
314
Mister Corini

Lecce – Alla vigilia della partita contro il Brescia, mister Corini è intervenuto in conferenza stampa per presentare la delicata gara che attende i giallorossi. Il Lecce vive un momento particolare della stagione, la brutta sconfitta contro l’Ascoli ha creato uno scoramento in tutto l’ambiente. La rabbia e lo sconforto per la sconfitta dovranno mutare in energia positiva: “C’è stata grande delusione dopo la partita di venerdì, avevamo grandi aspettative e non è andata come speravamo. Dobbiamo trasformare questa rabbia in energia positiva, abbiamo fatto un’analisi accurata Abbiamo studiato il Brescia e abbiamo notato quali sono le loro pecche. Abbiamo regalato tre punti e sappiamo che non possiamo permetterci questi passi falsi. Vogliamo rifarci subito“. C’è chi parla già di ultima spiaggia, si può parlare di partita decisiva? “La partita decisiva è una finale o una partita dal finale certo, possiamo parlare di partite più importanti di altre. Siamo in ritardo, la gara contro il Brescia è importante. Abbiamo un’occasione per fare dei passi in avanti. Abbiamo cercato di trasformare questa delusione in energia positiva vista l’importanza della gara di domani. Dobbiamo dimenticare subito la partita di venerdì che ha deluso tutti

Nella partite fin qui disputate, al gol avversario, i giallorossi hanno sempre risposto con veemenza: “È capitato spesso che la nostra squadra andasse sotto, a causa di qualche nostra sbavatura, mai perché siamo stati schiacciati. Abbiamo forza anche mentale e i nostri risultati sono arrivati mettendo in campo rabbia e intensità. I punti nel girone di ritorno pesano e ogni squadra ha un obiettivo da perseguire, dobbiamo dimostrare di riuscire a mettere in pratica le nostre caratteristiche. Dobbiamo far emergere le nostre qualità e nascondere il più possibile i nostri difetti“. In questo periodo, al mister, si contesta l’assenza di gioco, di schemi e idee per far male agli avversari: “Le squadre vengono a Lecce con l’dea di chiudere il campo e creare difficoltà in contrattacco. Qualche rischio ce lo assumiamo. Il percorso casalingo non è in linea con le nostre aspettative. Abbiamo perso con il Pisa e con l’Ascoli, quest’ultima gara è stata una gara giocata bene nei primi venticinque minuti, poi dopo abbiamo subito anche il contraccolpo mentale. Dobbiamo avere la  forza di reagire ai momenti di difficoltà. Dentro la partita dobbiamo mettere qualcosa in più, abbiamo delle fragilità e sappiamo di dover migliorare. L’avversario qui fa partite più speculative perché ripartono e ci fanno male. Dobbiamo essere cinici e spietati. Quando portiamo le partite sui nostri binari dobbiamo essere forti a portarla a casa

Subito dopo la gara contro l’Ascoli, mister Corini, in conferenza stampa, si è assunto le proprie responsabilità: “È giusto che l’allenatore si assuma le proprie responsabilità. Abbiamo messo dentro giocatori nuovi e sappiamo che nel percorso di integrazione, qualcosa l’abbiamo persa per strada. Ho pensato di inserire qualche giovane perché ho sperato di alzare l’asticella. L’inserimento è necessario per capire dove possiamo arrivare. Ci sta mancando l’accelerazione per poter raggiungere i posti di privilegio. Dobbiamo riuscire a consolidare alcuni valori, credo ancora che questa squadra possa arrivare tramite i primi due posti altrimenti ci prepareremo per i playoff. Venerdì notte non ho dormito, ho rivisto la partita due volte e vedere prendere gol dopo 25 minuti, rimanere colpiti e tramortiti, non lo comprendo. Se non sono arrivate le vittorie vuol dire che non siamo stati capaci ma dobbiamo migliorare. Dobbiamo mettere in campo voglia, abnegazione e portare a casa la vittoria“.

Tanti sono ancora i giocatori fermi ai box, il mister ha spiegato le loro condizioni: “Dermaku Calderoni e Listkowski non ci saranno per questa partita. Felici è rientrato in gruppo ed è pienamente recuperato. Abbiamo qualche dubbio su Hjulmand e Rodriguez. Il primo si sta abituando a questa intensità e stiamo cercando di preservarlo dal punto di vista atletico. Rodriguez lo abbiamo recuperato all’ultimo con l’Ascoli, il problema alla caviglia ha creato uno scompenso muscolare, vedremo se sarà recuperabile. Yalcin sta migliorando. stiamo cercando di portarlo ad una condizione atletica buona. Potrebbe essere utile a gara in corso“. Il tecnico lombardo svela su quali aspetti deve migliorare la squadra: “La squadra propone, lo abbiamo visto anche contro l’Ascoli. Quando giochi contro squadre chiuse, hai bisogno di muovere la palla per cercare l’occasione giusta. Cerchiamo l’equilibrio perché occupiamo la metà campo avversaria ma gli avversari sono pronti a rubare palla e ripartire. Cerchiamo di migliorare il palleggio. Dobbiamo calibrare alcuni aspetti per valorizzare le caratteristiche dei nostri giocatori. Non è facile attaccare una squadra chiusa quindi bisogna trovare l’occasione giusta per incidere