Lecce, Savino Tesoro: “Sono aperto a trattative”

0
449

TesoroLecce – Un fiume in piena visibilmente voglioso di chiarire tutte le situazioni che riguardano il Lecce e la sua proprietà. È così identificabile il patron Savino Tesoro, ospite della trasmissione “Terzo Tempo”, programma autogestito dall’Unione Sportiva Lecce, andata in onda ieri sera su Canale 8. I punti cardine della serata, promossi dall’imprenditore di Spinazzola, sono stati gli inviti formalizzati a Corrado Iurlano e Paolo Pagliaro: il primo è desiderato da Savino Tesoro per capire i suoi reali intenti sull’eventuale acquisto del sodalizio di Piazza Mazzini ed il secondo è stato invitato per chiarire la diatriba Telerama-US Lecce in corso negli ultimi tempi. In tarda serata Paolo Pagliaro, tramite il suo profilo Facebook, ha accettato l’invito del patron Tesoro.

Aspetto eventuali offerte concrete” Savino Tesoro, dopo la conferenza precampionato in cui dichiarava che il Lecce non era in vendita, è tornato sull’argomento riguardante altri acquirenti: “Io sono a disposizione di chiunque voglia farsi avanti, non sarò da ostacolo a chi vorrà realmente rilevare l’Unione Sportiva Lecce. Al momento nessuno si è presentato con offerte concrete, anzi invito Corrado Iurlano ad un confronto pubblico in merito alla questione”. Il patron è poi tornato sui giorni dell’acquisto dell’US Lecce: “La verità è che sono stato l’unico a presentare un’offerta a Semeraro, seppur barese; io e la mia famiglia abbiamo sempre seguito questa squadra e, dati alla mano, siamo stati gli unici interessati due anni fa, al contrario di tanti imprenditori leccesi che non si sono fatti avanti”. Le contestazioni al suo operato cominciano a pesare sulla gestione quotidiana del sodalizio: “Ho gestito il Lecce sempre con entusiasmo, entusiasmo che ora rischia di venire meno a seguito dell’ostilità che riscontro nell’ambiente”.

“La squadra è forte, obiettivo playoff” Il discorso del patron si è poi spostato sull’aspetto tecnico che, seppur con l’ascesa di gioco registrata nella sfida regionale con il Barletta, ha come risultato l’ultima piazza del campionato a quota 1 punto. Parte della tifoseria ha additato come colpevole anche la società, rea di aver realizzato una campagna acquisti insufficiente soprattutto a causa dell’assenza di un d.s.: “La squadra è forte, non ha i campioni dello scorso anno ma abbiamo giocatori interessanti. Non ho nulla da rimproverare a mio figlio. La squadra stava iniziando benissimo con le vittorie di Terni ed il primo tempo del Tardini e dell’Arechi con giocatori come Bellazzini formidabili. Con l’inizio del campionato è però uscita una serie di infortuni, avvenimenti non di certo imputabili all’operato di un d.s.” Sul futuro il presidente è fiducioso: “La squadra risorgerà, presto ci sarà la riscossa”.

La ripresa, Coppa Italia a Barletta – Alle ore 16:00 mister Lerda ha ripreso gli allenamenti al “Colaci” di Calimera. Nel centro della Grecìa Salentina il pensiero sarà rivolto alla sfida di domenica che vedrà il Lecce impegnato al “Marcello Torre” di Pagani contro una Paganese dal rendimento singhiozzante in campionato. I campani sono reduci dalla sconfitta in trasferta per 2-1 in quel di Frosinone. Saranno da valutare le condizioni di Fabrizio Miccoli e degli infortunati Bencivenga, Rullo e Parfait. Sulla via del recupero sembra essere Mariano Bogliacino, già convocato domenica scorsa. In giornata si è anche svolto il sorteggio del Secondo Turno di Coppa Italia di Lega Pro, che vedrà i giallorossi impegnati al “Puttilli” di Barletta il 23 ottobre. 

{loadposition addthis}

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleLecce, problemi idraulici all’Istituto Galilei
Next articleMadre terra … terra madre