Il Novoli non si ferma più e con un gol di Caraccio batte il Marittima

0
996

CaraccioNovoli (Le) – Il Novoli non si ferma più e, a tre giornate dal termine del campionato, è ancora capolista solitario.

Vince per 1-0 di misura, contro una buona squadra, il Marittima. Mister Corvaglia arriva al “Toto Cezzi” e senza alcuna remora se la gioca a viso aperto.

La partita inizia in modo spumeggiante e il gioco spettacolare dei padroni di casa, che ordiscono trame di lusso, fa trovare subito il gol a Caraccio che di testa gonfia la rete difesa da Monteduro; questa l’azione: minuto 6’, centrocampo di velluto e tocchi d’alta scuola, Commendatore passa a Scarpa che serve Franza, quest’ultimo brucia l’avversario in velocità e mette in mezzo per Caraccio che non sbaglia.

Il primo tempo è tutto di marca rossoblù, anche se il Marittima riesce a limitare i danni con un gioco attento. I padroni di casa potrebbero raddoppiare in più occasioni. Dopo pochi minuti dal primo gol, Caraccio, potrebbe realizzare la doppietta; in modo veloce sguscia tra le linee e si ritrova a tu per tu con l’estremo difensore avversario che lo “strega” costringendolo a cincischiare sulla sfera. Al 27’ è la volta di Franza; calcia in porta una rasoiata al veleno e il bravissimo Monteduro si supera deviando in angolo.

Il Marittima difende e riparte in contropiede ma la linea difensiva rossoblù argina con esperienza gli avversari; sugli scudi capitan Potì e Nestola, ottimi i giovani Buttazzo e Simone.

I padroni di casa trovano il gol del raddoppio allo scadere con Carlà, che tira una sassata e batte Monteduro; l’arbitro annulla, asserendo di aver visto un tocco di mano del novolese.

Termina così il primo tempo con il Novoli in vantaggio per 1-0.

Il secondo tempo si apre come si era chiuso il primo: stesso copione, l’undici di Schipa crea ma non finalizza. Nei primi quindici minuti sono addirittura quattro le occasioni da gol, ma il fato dice di no; potrebbero andare in gol, rispettivamente, Scarpa, Carla, Franza e Caraccio.

Intorno al 20’ il Marittima ci crede e ci prova. Il caldo e la tensione causano un leggero calo dei padroni di casa. I giallorossi si fanno pericolosi con De Vitis ma la difesa libera.

Mister Schipa corre ai ripari e comanda ai suoi di alzare il baricentro della squadra e con umiltà porta a casa i tre punti.

Cala il sipario sul “Toto Cezzi”, il Novoli vince e lo fa con la mentalità giusta, non si sente prima della classe e sa soffrire quando c’è da soffrire. La vittoria è di misura, ma arriva contro una squadra importante che con pochi correttivi potrà pensare di puntare a traguardi prestigiosi.

Tabellino

Novoli – Marittima 1 – 0

Novoli: Antonica, Buttazzo, Simone, Scarpa (Quarta), Nestola, Potì, Commendatore, Marasco, Franza, Caraccio (Fracella), Carlà (Protopapa). All. Schipa.

Marittima: Monteduro, Colazzo, Marra, Zacheo, Ficocelli, Caracciolo (Scupola), Accogli, Carluccio (Cozza), Ganci, De Giorgi (Rizzo), De Vitis. All. Corvaglia

Arbitro: Daddato di Barletta.

Reti: Caraccio al 6’.

Foto: Copyright Piero Caricato

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleSi conclude il Festival del Cinema Europeo: Ulivo d’oro per il regista polacco Fabicki
Next articleDignità Autonome di Prostituzione, primo evento nazionale in Puglia