Dignità Autonome di Prostituzione, primo evento nazionale in Puglia

0
378

ProstituzioneLecce – Per la prima volta in puglia, un evento nazionale di grande successo “Dignità Autonome di Prostituzione”, uno spettacolo teatrale di Luciano Melchionna, tratto dall’omonimo format di Betta Cianchini e Melchionna stesso.

Dopo aver collezionato 29 edizioni, il singolare format approda finalmente anche in Puglia, con il Paisiello trasformato per l’occasione.

Lo spettacolo è stato definito dall’autore stesso un “bordello”, una “casa chiusa” dell’arte, dove l’attore è alla mercé dell’avventore di turno.

Il teatro diventa una grande casa chiusa, la casa chiusa dell’arte. Tutti  gli attori sono travestiti da “prostitute” ma venderanno delle cose molto particolari: spettacoli che avranno luogo in forma itinerante nella vie del centro storico di Lecce.  Le luci rosse hanno fatto da contorno ai monologhi, ai  frammenti di spettacolo che questi artisti ci hanno offerto.

La rappresentazione, infatti, pone il luogo scenico come un postribolo per lo spettatore/cliente che munito di “dollarini”, il denaro locale ricevuto con il biglietto d’ingresso, paga le performance degli attori/prostitute scelti, contrattando direttamente con loro o con le maitresses tenutarie della casa. In parole semplici gli attori “vendono” i propri monologhi, la propria arte. Gli spettatori in sala vengono circondati e presi, “rubati” agli altri, già prima ancora di sedersi in platea.

Il teatro è il grando “bordello” dove si ritrovano tutti i clienti che dopo essere stadi adescati, indossano una velina sul capo e  vengono portati  sul luogo dove verrà effettuata la “prestazione”.

Uno spettacolo che ha sorpreso tutto il pubblico.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleIl Novoli non si ferma più e con un gol di Caraccio batte il Marittima
Next articleRaggiungi il successo comunicando efficacemente: la A&D consulenza e Servizi S.r.l. presenta il primo Corso di Marketing e Comunicazione.