Alla vigilia della sfida contro il Cittadella, mister Corini: “Dobbiamo mantenere il nostro atteggiamento, sarà una gara aperta”

0
27
Corini

Lecce – Dopo una settimana di stop forzato a causa dell’avanzata del Covid nelle fila del Pescara, si torna a parlare di calcio giocato. Alla vigilia della delicata sfida contro il Cittadella, mister Corini ha presentato la gara riassumendo la condizione della squadra: “Abbiamo staccato due giorni per poi immergerci nella settimana di lavoro. Vogliamo arrivare preparati alla gara di domani. Siamo sul pezzo, abbiamo recuperato dalla fatica e abbiamo cercato di organizzarci al meglio. Listkowski è stato convocato per stare vicino alla squadra. Me lo ha chiesto lui, vuole riprendere ad assaporare la tensione pre-gara. Non sarà del match, speriamo di recuperarlo per domenica prossima”.

Il Cittadella è un avversario ostico, da sempre, bestia nera dei giallorossi: “Non è un avversario semplice da affrontare. Li abbiamo studiati al meglio per capire dove colpirli. Partono dal 4-3-1-2, a volte utilizzano anche il 4-3-2-1. Sono allenati da un grande tecnico come Venturato e sono molto aggressivi. Pettinari si è fermato poco prima della sosta per un problema al soleo. Ha recuperato e l’ho visto bene. Devo capire se dargli ancora qualche giorno in vista della gara con il Monza o se utilizzarlo già domani”.

Il campionato sta per volgere al termine e l’equilibrio mentale è determinante: “Siamo quasi alla fine dei giochi e, ora più che mai, è necessario mantenere i nervi ben saldi. Dobbiamo mantenere un equilibrio mentale ed essere lucidi per tutta la partita senza sporcarla. Sarà importante restare concentrati sul nostro atteggiamento. Ho parlato a lungo con i ragazzi di questi aspetti. Giocheremo contro avversari che praticano calcio. Saranno partite aperte. Tutte le nostre avversarie non fanno un calcio remissivo, anzi”.

Il capitano è tornato e il suo apporto potrebbe essere determinante da qui alla fine: “Marco è pienamente recuperato, l’ho visto bene. È super motivato e sappiamo quanto può essere importante per noi. Certo, deve recuperare il ritmo gara vista la sua assenza dall’impegno di Venezia. Devo capire come utilizzarlo. Guardando la classifica, siamo davanti e quindi dobbiamo conservare quello che abbiamo conquistato. Sono dell’avviso che è sempre meglio essere padroni del proprio destino”.

Infine, il mister si è soffermato sul caso Monza: “Credo che sia importante la decisione degli organi preposti. Se c’è il via libera da parte degli addetti ai lavori, è giusto che le squadre giochino al completo. Le decisioni prese fino ad ora sono tese a garantire lo svolgimento regolare del torneo. Il Covid ha reso tutto più difficile. Noi, alla lunga, siamo riusciti a limitare i problemi”.