Al “Via del Mare” ce n’è per tutti i Gusti… (netti)

0
738

Allenamento LecceLecce – I giallorossi, questa mattina al “Via del Mare”, sono scesi in campo agli ordini di Elio Gustinetti per continuare il lavoro in vista della gara contro la Virtus Entella, valevole come semifinale dei Play Off.

Sugli spalti i tifosi si potevano contare sulle dita di una mano.

D’Ambrosio è rientrato in gruppo mentre Jeda ha lavorato in differenziato con il Professor De Luca, per il resto il tecnico bergamasco ha a sua disposizione tutti gli effettivi.

Dopo l’inizio della seduta e il lavoro atletico durato a lungo, hanno giocato una partitella per provare i moduli 4-3-1-2 e 4-3-3.

Le squadre sono state schierate così:

I blu (4-3-1-2): Benassi; Diniz, Martinez,  Esposito, Tomi;  Giacomazzi, De Rose, Memushaj; Bogliacino; Cheva e Foti (Pià).

I gialli (pettorina) (4-3-3): Petrachi; D’Ambrosio, Ferrario, Di Maio, Fatic;  Vanin, Vinicius, Zappacosta;   Falco,  Pia, Chiricò.

Il tecnico ex Albinoleffe, sembra avere le idee molto chiare e l’impressione è quella che saranno proprio Chevanton e Lillo Foti le bocche di fuoco di questo “vecchio, nuovo” Lecce. L’unico dubbio potrebbe riguardare Pià o Foti affianco all’uruguaiano, o al massimo i due si intercaleranno in partita.

Al termine,  poi, Gustinetti ha ordinato ancora degli scambi a campo ridotto, provando varie giocate e richiamando a se per parlare diverse volte Chiricò.

Sorpresa Tomi e Foti, insieme a Chevanton sono sembrati i più tonici.

Domani pomeriggio con inizio alle ore 16, ci sarà, al via del mare, l’amichevole con il Copertino; porte aperte gratis ai tifosi.

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleStrada Facendo: la nuova realtà della solidarietà in rete
Next articleBari, nei giorni 22-23-24 maggio 2013, ospiterà il Festival dell’innovazione.