A Trepuzzi, per la Final Four anche il Cerignola

0
414

Pallavolo CerignolaTrepuzzi (Le) – Tra le quattro protagoniste della Final Four di Coppa Puglia 2016 per la serie D di volley c’è la Pallavolo Cerignola. La società è stata fondata nell’estate 2013 da un gruppo di quattro amici già consolidato nel mondo dello sport: ognuno nel proprio campo, ognuno con le proprie competenze.

La Pallavolo Cerignola si vanta del proprio ruolo sociale ed educativo, prima ancora che tecnico, infatti, nasce con l’intento di “sfruttare” la pallavolo per creare un’alternativa valida ai giovani di una città, Cerignola, complessa sotto vari punti di vista. La Pallavolo Cerignola ha incentrato la propria attività sui settori giovanili e prettamente femminili, dopo un attento studio sociologico locale.
Ad oggi, alla sua terza stagione sportiva, la seconda con un campionato Open, vanta 150 iscritti, 8 partecipazioni a campionati, un primo posto nel girone A da imbattuti ed un seguito comunicativo importante: 12 mila visualizzazioni a settimana solo sulla pagina fan di Facebook.
Numeri entusiasmanti per una realtà così giovane.

La scalata alla vittoria della Final Four ha inizio a fine gennaio, giornata in cui la Pallavolo Cerignola si aggiudica l’accesso alle semifinali battendo la Pallavolo UISP’80 per 3 set a 0 dove incontrerà il 26 marzo l’ASD PALLAVOLO TREPUZZI alle 11 presso il Palazzetto dello Sport di Trepuzzi. “Teniamo molto alla coppa – commenta, l’allenatore del Cerignola. La FINAL FOUR ci permette di confrontarci con squadra di livello ma, soprattutto, ti da prestigio. Stiamo preparando la FINAL FOUR ma anche il finale di campionato lavorando molto sulla parte fisica e ritmi di gioco. Questo potrà rallentarci nelle ultime partite di campionato ma sicuramente ci preparerà per il finale di stagione.”

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleCosenza-Lecce: le probabili formazioni
Next articleCoppa Puglia Final Four, l’ASD Pallavolo Trepuzzi da concorrente alla finale ad organizzatrice dell’evento