Lecce, Fratelli d’Italia a Palazzo Carafa chiedono il restauro dell’opera bronzea in memoria del Sommo Poeta

0
17

Lecce – Ricorrerà il prossimo 25 marzo il “DanteDì” ovvero la giornata nazionale dedicata al padre della lingua italiana, Dante Alighieri.

A tal proposito, i consiglieri di minoranza a Palazzo Carafa, Roberto Giordano Anguilla e Andrea Guido, del gruppo di Fratelli d’Italia, hanno protocollato una mozione per richiedere il restauro dell’opera bronzea a Lui dedicata e realizzata da Antonio Bortone nel 1921, oggi esposta sul lato di Palazzo Carafa che insiste in via Augusto Imperatore.

Un omaggio pensato per celebrare anche il settecentenario della morte del Sommo Poeta che ricorre proprio in questo 2021.

L’auspicio dei consiglieri di Fratelli d’Italia, è che la proposta venga esaminata, discussa e votata in Consiglio Comunale, al fine di lasciare un segno, un ricordo speciale, proprio per il giorno del “DanteDì”; per questo hanno altresì richiesto di poter far riprodurre alle ore 12 in punto (in deroga straordinaria all’amato Tito Schipa) la lettura di uno dei sonetti più famosi del Poeta, il “Tanto gentile e tanto onesta pare”, nella versione interpretata da Carmelo Bene.

Un modo, un omaggio, intimamente salentino per ricordare, attraverso uno dei più grandi artisti della nostra terra, il più grande di tutti i tempi.