“Decorourbano.org”, a servizio della comunità o strumento per alimentare la polemica politica?

0
378

Decorourbano

Novoli (Le) – Il neonato Meetup Novolese del Movimento Cinque Stelle, ha formulato alla amministrazione comunale di Novoli una proposta di adesione al progetto di e-Govemement Decoro Urbano.

Noi membri del meetup M5S Attivisti Novoli crediamo che la partecipazione sia la forza motrice di ogni cambiamento. Una possibile soluzione, per coinvolgere direttamente i cittadini, è quella di utilizzare un canale díretto con la P.A. attraverso lo strumento denominato ‘DECOROURBANO.ORG”, un social network già esistente e operante in molti comuni d’ltalia. Si tratta di un’applicazione web gratuita sia per i cittadini sia per la pubblica amministrazione molto semplice e intuitiva da utilizzare, disponibile anche su smartphone e tablet. Attraverso I’utilizzo della sopracitata App, tutti i cittadini possono fotografare e inviare, in tempo reale, tramite un sistema automatizzato, segnalazioni riguardo mancanze e/o inadeguatezze notate nel proprio comune. La segnalazione effettuata sarà pubblicata sul sito web “DecoroUrbano.org” e verrà rappresentata su una mappa del territorio. L’unica condizione richiesta per usufruire del servizio è di essere registrati al sito www.decorourbano.org. Al momento è possibile inviare segnalazioni su: rifiuti, dissesto stradale, aree verdi, vandalismo, incuria, segnaletica e affissioni abusive; nel prossimo futuro sarà possibile fare segnalazioni anche per: randagismo, barriere architettoniche e inquinamento acustico. Tale sistema permette dunque la trattazione di tutte le tipologie e di problematiche urbane. Una volta avvenuta la segnalazione da parte del cittadino, il Comune potrà accedere a un suo pannello di controllo al fine di comunicare lo status della segnalazione, che sarà visualizzato come “in attesa”, “in carico” e/o “risolta”.

ll meccanismo studiato tende a creare un circolo virtuoso che si autoalimenta e, oltre a facilitare gli interventi gestendo le segnalazioni in modo informatizzato e fornendo all’amministrazione comunale preziose informazioni sull’intervento da effettuare, porterebbe un impatto positivo anche sull’educazione civica, provvedendo, di fatto, a responsabilizzare i cittadini. ll decoro di un paese dipende dalla responsabilità e dalla civiltà di chi ci vive, ma anche e soprattutto dall’impegno nel risolvere le problematiche di varia natura, delle Autorità preposte. La proposta degli attivisti grillini, rappresenta sicuramente un primo passo verso una partecipazione condivisa della vita cittadina; l’Amministrazione Comunale nonostante i travagli preelettorali è chiamata a dare una risposta in tempi che sicuramente non saranno brevi, in quanto prima dell’adozione dell’innovativo strumento bisognerà comunque attivare una campagna di informazione specifica che spieghi ai cittadini modalità, finalità e soprattutto utilità di un siffatto controllo.

Condividiamo quanto si afferma nel documento degli attivisti pentastellati: “Crediamo sia giunto il momento di rivolgere maggiore attenzione ai problemi piccoli e grandi che compromettono il decoro e la vivibilità del nostro comune e crediamo che i cittadini, messi nella condizione di poter collaborare facilmente con la Pubblica Amministrazione, vogliano e possano dare un valido contributo e supporto nell’individuazione delle aree e delle problematiche su cui intervenire, facilitando di fatto la P.A. nell’acquisizione degli elementi utili a definire le priorità d’intervento nei diversi dipartimenti comunali responsabili”.

Ma una domanda ce la poniamo e la giriamo ai nostri lettori: una volta individuati i problemi, accertata la natura degli interventi e constatata l’impossibilità finanziaria ad effettuarli, non è che poi il tutto si trasforma in strumento utile alla polemica politica dell’una o dell’altra parte?

{loadposition addthis}