Come liberarsi dalla nevrosi

0
23

Finché si vive si ha sempre qualche grave o non grave disturbo, è nel genere umano. Ciò che fa la differenza se si è in balia di se stessi, è la capacità di re-inventarsi, e oltrepassare gli ostacoli che ci tengono a distanza da relazioni in cui sono coinvolti i sentimenti. Ciò volgendo l’attenzione, riandando indietro nel tempo, quando il complesso edipico non elaborato si trasforma in nevrosi infantile e poi in nevrosi adulta. Questa “lievitazione” accompagna nel cammino affettivo persone portate a “razionalizzare” tutto. Il carico da portare con sé diventa pesante, perché la persona “trasporta” nella sua vita affettiva anche falsi problemi.

Con un iter scandito dall’autoanalisi o quando è necessario l’intervento del “tecnico” psicoterapeuta, chi è colpito dal circolo nevrotico ce la fa ad uscire dalle catene della cattività. Ciascuno ha i propri pregi e difetti, è lapalissiano, ma la nevrosi è uno stato affettivo che non sempre ma sovente ha delle peculiarità che caratterizzano la persona toccata da un malessere psicofisico. Il segreto del successo è travasare tutta la capienza delle angustie nelle persone appunto capaci di accoglier-ci. Quasi sempre pensiamo che possiamo farlo con i nostri parenti stretti, ad esempio con fratelli e sorelle. In realtà non è propriamente vero, poiché è necessario tenere alta la stima di sé contemporaneamente con le aspettative “di perfezione” che si fanno di noi i consanguinei. Talvolta questa è messa a dura prova e cadono così dei “miti” con conseguenze piuttosto gravi nell’equilibrio emotivo tra i membri della famiglia.  Confidare all’amico del cuore o al confidente che può essere lo psicoterapeuta garantisce continuità nell’amicizia e un incremento dell’autostima appena ci siamo liberati dalla spina nel fianco nei rapporti familiari.

Non ci resta pertanto che fare un’opera di scavo interiore e portare allo stato nascente il sintomo dello sconforto. Focalizziamo e portiamo a termine il lavoro introspettivo con risultati degni di encomio.

Non dubitiamo, funziona!