Lecce, le dimissioni di Rizzo e un assetto da recuperare

0
59

Lecce – La giornata di ieri ha registrato uno scossone in casa Lecce. L’allenatore Roberto Rizzo si è dimesso e, dopo le prime voci circolate nel pomeriggio, ha reso nota la decisione con una nota inviata all’U.S. Lecce e resa pubblica dallo stesso sodalizio di Viale Costadura.

In queste ore ho maturato una decisione, che seppur sofferta, è irrevocabile – si legge nella nota firmata da Roberto Rizzo –. Ho deciso di rassegnare le dimissioni dalla guida tecnica della prima squadra, dettate esclusivamente da motivi personali“.

Il trainer di San Cesario, riconducendo quindi le sue dimissioni  a eventi di natura extracalcistica, esprime poi il suo forte attaccamento i colori giallorossi: “Al presidente Saverio Sticchi Damiani e alla società tutta rivolgo il mio ringraziamento per il supporto datomi in questi mesi, a tutta la squadra va un abbraccio sentito, augurando al Lecce le migliori fortune per la prosecuzione del campionato“.

E, sulla tifoseria, Rizzo conclude: “Per ultimo, ma non per ordine di importanza, la mia riconoscenza verso i tifosi giallorossi, che non hanno mai mancato di far sentire il loro calore e attaccamento anche in questo mio ultimo periodo di lavoro.”

Altre conferme sono arrivate dai vertici del club, che ha risposto pubblicamente alla lettera inoltrata da Rizzo:”L’U.S. Lecce esprime il proprio rammarico per le dimissioni irrevocabili rassegnate dal Sig. Roberto Rizzo da responsabile tecnico della prima squadra“.

“Nonostante la piena fiducia della Società nel lavoro del tecnico -continua il comunicato- e i numerosi tentativi di farlo desistere dalle dimissioni si prende atto che tale decisione è motivata esclusivamente da ragioni personali. L’US Lecce ringrazia il Sig. Rizzo per il lavoro fin qui svolto e gli augura i migliori successi professionali”.

Si chiude così nel modo più amaro l’avventura di Roberto Rizzo sulla panchina del Lecce. La sconfitta rimediata a Catania, un sonoro 3-0, ha così fatto precipitare in basso il termometro del morale in casa giallorossa. E’ innegabile, rispettando naturalmente la natura personale delle dimissioni di mister Rizzo, che la disfatta di sabato scorso abbia inciso sulla decisione, arrivata comunque con una squadra a 4 punti, gli stessi delle altre (almeno sulla carta) concorrenti alla corsa-promozione Catania e Trapani.

In attesa della scelta della nuova guida tecnica, l’allenamento di oggi pomeriggio, programmato per le 16:30 a Martignano, sarà diretto dal vice Primo Maragliulo, coadiuvato da Alessandro Morello.

E’ già cominciato il toto-nome per la successione di Rizzo. L’impegno casalingo con il Rende di sabato prossimo e dietro le porte e il ds Meluso, insieme ai vertici societari, è già al lavoro per setacciare le disponibilità degli allenatori.

Uno dei nomi accreditati è quello di Giorgio Roselli, che ha già lavorato con Meluso a Cosenza, compagine che ha guidato fino al dicembre 2016. Il sogno dei tifosi è sempre Serse Cosmi, ma anche questa volta il nome del trainer perugino, che ha concluso la sua esperienza al Trapani novembre scorso, appare quantomeno lontano dai radar. Altre voci portano a Davide Dionigi.