Con la “Festa delle buone pratiche agricole” ci avviciniamo alla terra e allontaniamo gli organismi geneticamente modificati

0
303

img archivio12232014121621Giuggianello (Le) – Sabato 21 Marzo presso l’ Agriteatro del Salento si è svolta la “Festa delle buone pratiche agricole”. L’evento è stato organizzato da Banca semi salentina e Mille Pedi Associazione culturale.

L’agriteatro del Salento è una ex discarica bonificata e da marzo scorso il comune di Giuggianello  ha affidato l’area, che comprende un oliveto ed una sorta di anfiteatro, all’associazione Mille piedi e a Banca dei semi salentina che lo hanno trasformato in agriteatro del Salento.

Un luogo che promuove buone pratche agricole e nuovi modelli di sviluppo. Presente alla manifestazione l’Istituto Agrario Egidio Lanoce di Maglie che collabora con la Banca dei semi e ha la doppia funzione di supporto tecnico ma anche di  apprendere nuovi modelli da integrazione al piano di studi. Presente anche la Dott.ssa Rita Accogli dell’orto botanico dell’università del Salento, autrice del libro di successo “Le erbe spontanee salentine”.  

Roberto Polo dell’associazione Salento Sostenibile ha spiegato come coltivare l’asparago e il rovo in consociazione all’uliveto.  Cristian Casili, Dottore in Scienze e tecnologie agrarie, e Luigi Toma, infettivologo dell’IFO, hanno spiegato  come trattare  gli ulivi  del Parco dei Paduli, come curare il suolo e non renderlo adatto ai parassiti o ad altri agenti infestanti, inoltre è stata fatta  una dimostrazione pratica di potatura e trattamento organico e riutilizzo dei prodotti di scarto.

È stato fatto un rimboschimento didattico di essenze della macchia mediterranea con la collaborazione degli alunni della scuola elementare e dell’associazione Naturalmente Salento per creare il sistema agro forestale. Successivamente queste essenze possono essere  distillate per farne olii essenziali così come è stato dimostrato da Mauro e Luca  Mauramati. Inoltre Franco Malalea ha preparato dei composti naturali di agricoltura organica rigenerativa da utilizzare sugli alberi. Esposizione e scambio semenze locali tradizionali a cura di Banca dei semi salentina.

Da questa Festa si è lanciato un messaggio: NO ALLE COLTIVAZIONI INDUSTRIALI. COSI COME FACCIAMO, CON LE BUONE PRATICHE AGRICOLE, NUTRIAMO IL PIANETA, IL PORTAFOGLIO E LA SALUTE! NO ALLE COLTIVAZIONI SUPERINTENSIVE NE’ PER BIOMASSA NE’ PER  ALTRO SCOPO INDUSTRIALE!

{loadposition addthis}

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleLecce-Aversa Normanna: l’analisi. È tutto in gioco
Next articleCittà del Libro: Cosimo Durante sarà lui l’uomo della svolta?