Spartak Lecce: “Giocheremo di mattina per sostenere il nostro amato Lecce”

0
565

01Lecce – Come accennato tra le righe di Paise Miu, la nostra redazione sportiva, da questa stagione, seguirà anche le avventure dello Spartak Lecce, realtà calcistica leccese nata un anno fa e fondata su delle forti basi ideologiche di sport (nella accezione più pura del termine) e antirazzismo.

Nel primo anno di vita di questa nuova realtà c’è chi ha voluto mettere in contrapposizione, senza nemmeno un motivo fondato, il progetto Spartak Lecce con quello dell’Unione Sportiva Lecce nonostante dirigenti e supporters del neonato club fossero legati tanto visceralmente quanto dichiaratamente ai colori giallorossi. Lecce e Spartak,  in realtà, sono semplicemente due esperienze diverse: la prima basata sull’amore eterno per i colori della propria città, la seconda sulla speranza (altrettanto eterna) che “un altro calcio è possibile”.

Nella scorsa stagione, i biancoverdi allenati da mister Orlando hanno disputato quasi tutte le loro gare in concomitanza con quelle di Chevanton e compagni ma, nel campionato che sta per cominciare, hanno ufficialmente chiesto di giocare i loro match di mattina per poter permettere ai tifosi di sostenere l'”amato” Lecce. 

La scelta è direttamente legata al desiderio di tutti i promotori del progetto Spartak Lecce di non togliere a Miccoli e compagni il supporto e il tifo di una parte della frangia più calda della curva giallorossa che, abitualmente, segue anche le sorti biancoverdi.

Qui di seguito riportiamo il comunicato ufficiale della società biancoverde:

Comunichiamo ufficialmente che lo Spartak Lecce ha deciso di disputare le proprie partite di campionato la domenica mattina alle 11, per evitare soprattutto la concomitanza con le partite del Lecce e favorire il più possibile l’afflusso al Via del mare in un momento così difficile per gli amati colori giallorossi.

{loadposition addthis}