Svicat in crescendo. Camilli solidale con Tesoro: “Lecce penalizzato”

0
280

CalabreseLecce – La vittoria di Rieti contro gli Arieti Rugby non stoppa Il lavoro della Svicat Rugby ASD che prosegue incessante e che vedrà in un’accoppiata di partite casalinghe contro le due squadre più quotate del torneo i prossimi passi verso la gloria. Nel pomeriggio presso la sala stampa “Sergio Vantaggiato” dello Stadio “Via del Mare” sono intervenuti il coach Giacomo Fedrigo ed Alessio Calabrese.

Classifica non soddisfacente – L’allenatore Evergreen non si lascia andare a facili entusiasmi dopo la vittoria di Rieti: “La posizione attuale in classifica non mi soddisfa ma sono contento per come ci esprimiamo in campo. Siamo sulla strada giusta e dobbiamo migliorare l’attenzione e la concentrazione in difesa; le due partite in casa contro le squadre più quotate del torneo (Messina e Colleferro) possono regalarci delle vittorie solo se le affronteremo con attenzione e disciplina”.

Stiamo crescendo – Alessio Calabrese invece analizza la vittoria di Rieti: “È stato bello vincere per il morale; non abbiamo sottovalutato i nostri avversari che comunque hanno disputato una grande partita e sfruttato il nostro calo nella ripresa. Sono felice della mia prima meta in B ma il merito va alla squadra che mi ha permesso di realizzarla. Stiamo crescendo partita dopo partita e ringrazio il Patron Camilli per aver puntato su di me”. Della crescita della Svicat parla anche Simone Tadiè, coach dell’Under 18 del San Donà e consulente di mischia degli Evergreen: “La mischia della Svicat è interessante ma i ragazzi devono lavorare di più insieme; le tre sconfitte consecutive vanno viste anche nell’ottica che perdere insegna a dare il meglio in campo e fuori. Questa squadra deve crescere e cambiare categoria pensando meno agli individualismi e lavorando sulla coralità”. 

Dignità calpestata – La decisione del Prefetto di Salerno sul rinvio della partita tra Nocerina e Lecce, match che probabilmente costringerà i giallorossi alla disputa di un’ulteriore gara infrasettimanale, spostando gli equilibri di un campionato che già viaggia sul filo del rasoio dato dal numero dispari delle compagini in campo. A esprimere la solidarietà all’Unione Sportiva Lecce è intervenuto, nella giornata di ieri il patron Fabrizio Camilli: “Con la decisione di rinviare Nocerina-Lecce a data da destinarsi si è voluta calpestare ancora una volta la dignità e la storia del nostro club e di noi tifosi. Sarebbe stato meglio giocare il match in campo neutro, invece di falsare il nostro campionato e, con ogni probabilità, costringerci a giocare in futuro tre partite in una settimana; registriamo quindi con vivo disappunto l’ennesimo torto del Palazzo. La mia solidarietà va alla famiglia Tesoro, mentre ai tifosi dico che noi siamo più forti di tutti e tutto, e lo dimostreremo sul campo”.

{loadposition addthis}