“Chi ammazza una donna, ammazza anche me!”: a Lecce un corteo contro il femminicidio

0
631

FemminicidioLecce – Sabato pomeriggio, 23 Novembre, il centro anti violenza ‘Renata Fonte’ di Lecce organizza una manifestazione, in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne prevista per il prossimo lunedì 25 novembre 2013. Un corteo di donne, ma anche di uomini, contro il femminicidio, che partirà alle ore 16.00 da Piazza Santo Oronzo. Un percorso di protesta, ma anche di solidarietà e di lutto, che terminerà intorno alle ore 17.30 presso la Chiesa di San Matteo ove sarà celebrata una messa in suffragio e ricordo di tutte le vittime del femminicidio.

L’intento della manifestazione è quello di far riflettere sulla questione, formando un coro unanime che trae origine dalla campagna di sensibilizzazione pensata dal Centro Anti violenza Renata Fonte: “Chi uccide una donna, uccide anche me”. Queste le parole con cui si chiude lo spot della campagna, “Emma di cristallo” della regista Paola Manno, ispirato ad un racconto di Gianni Rodari. Lo spot viene trasmesso, in questi giorni, sulla TV locale “TeleRama” e sarà presentato dalle organizzatrici della manifestazione lunedì prossimo, 25 Novembre, dalle 21.00 alla Cantina Leopardi di Porto Cesareo, in occasione di “MAI PIÙ VIOLENZA- (s)Legami”, un evento contro il Femminicidio.

{loadposition addthis} 

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleSvicat in crescendo. Camilli solidale con Tesoro: “Lecce penalizzato”
Next articleA Novoli ritorna in scena “La Benettanima”