Lecce-Catanzaro: le probabili formazioni

0
337

LecceLecce – Voglia di vendetta in casa Lecce nella sfida di oggi contro il Catanzaro. La partita contro i calabresi, valevole per la tredicesima giornata del campionato, sarà vissuta in un modo particolare dai tifosi. L’ultimo precedente tra le due squadre giallorosse, datato 22 settembre 2013, fu la fine della breve esperienza di Checco Moriero sulla panchina del Lecce. Un anno fa le reti di Marchi e Fioretti (propiziato da un erroraccio di Vinetot)  Lecce-Catanzaro è la partita del destino del trainer leccese, esonerato dalla panchina del Catanzaro proprio nella giornata precedente, a seguito della sconfitta delle Aquile per 1-2 allo stadio “Arechi” di Salerno.

 

LogoLecce – Rientri importanti per Franco Lerda, alle prese con qualche dubbio di formazione per la partita contro il Catanzaro. Le assenze di Diniz e Salvi, a cui si è aggiunta quella di Petrachi, rimangono le uniche defezioni, con Bogliacino e Papini che rientrano nella lista dei 22 convocati. Il tecnico di Fossano dovrebbe insistere con il 4-3-3 anche per i proclami difensivisti di D’Urso, tecnico traghettatore dopo l’esonero di Moriero. Mannini, Martinez, Abruzzese e Lopez comporranno la solita linea difensiva davanti a Caglioni apparsa in forma nelle ultime uscite contro Cosenza e Aversa Normanna. A centrocampo il rientro di Papini non dovrebbe insidiare almeno inizialmente il trio Lepore-Filipe-Sacilotto, con il romano pronto a riprendere confidenza con il rettangolo verde a partita in corso. Meno probabile l’impiego dell’ex lungodegente Bogliacino, pronto al massimo ad un posto in panchina. In attacco, Davide Moscardelli ritroverà gli assist di Alessandro Carrozza, in dubbio con Checco Lepore per una maglia dal 1′. Lo schieramento del ragazzo di San Pio sulla fascia destra potrebbe avviare un effetto a catena che porterebbe Mannini sulla linea dei centrocampisti e Dario D’Ambrosio sull’out destro difensivo. La soluzione più probabile appare comunque quella proposta al “Bisceglia” di Aversa, con Moscardelli e Doumbia pronti ad agire ai lati di Gigi Della Rocca. Ancora ruolo da “apriscatole” per capitan Fabrizio Miccoli.

CatanzaroCatanzaro – Compito arduo per Massimo D’Urso, traghettatore della panchina catanzarese dopo l’esonero di Moriero, nell’attesa dell’arrivo della nuova guida tecnica. Le difficoltà per D’Urso, già rappresentate dall’impegno a Lecce, però non finiscono con tutti gli accorgimenti da adottare per tentare il colpaccio al “Via del Mare”, poiché le Aquile in Salento non potranno contare sul proprio bomber principe Andrea Russotto, già a quota 5 gol. Insieme all’ex Treviso, non ci saranno l’esterno offensivo Biagio Pagano e la punta Diego Silva Reis. Il Catanzaro dovrebbe presentarsi a Lecce con un 3-5-2 più abbottonato rispetto al 4-3-3 con il quale Moriero ha affrontato l’avvio di stagione. L’inserimento di Ricci al centro della difesa con Rigione e Ferraro renderà la difesa più densa e difficile da perforare. A metà campo il play Vacca sarà coadiuvato da Morosini e Maiorano, con i fluidificanti Daffara e Di Chiara ad agire rispettivamente sulla corsia destra e sinistra. Davanti, con Russotto e Pagano out, la coppia d’attacco sarà formata da Diomansy Kamara, fiore all’occhiello del calciomercato catanzarese accolto come un re al suo arrivo in Calabria, e Mohammed Fofana. Solo panchina per il fresco ex Dario Barraco.

Le probabili formazioni: 

Lecce (4-3-3): Caglioni; Mannini, Martinez, Abruzzese, Lopez; Lepore, Filipe, Sacilotto; Moscardelli, Della Rocca, Doumbia. A disposizione: Chironi, D’Ambrosio, Vinetot, Donida, Papini, Carrozza, Miccoli. All. Franco Lerda

Catanzaro (3-5-2): Bindi; Ricci, Ferraro, Rigione; Daffara, Morosini, Vacca, Maiorano, Di Chiara; Fofana, Kamarà. A disposizione: Scuffia, Orchi, Pacciardi, Squillace, Ilari, Barraco, Martignago. All. Massimo D’Urso

Arbitro: Francesco Guccini di Albano Laziale

Assistenti: Giuseppe De Filippis di Vasto e Daniele Gentilini di Lugo di Romagna.

Stadio “Via del Mare”- Lecce, fischio d’inizio ore 19:30. 

{loadposition addthis}