Fight Clubbing: il Muay Thai e il Sanda in scena a Lecce

0
304

perrone muay thai

Lecce – Domani sera, nel Palazzetto dello Sport di Lecce, avrà luogo la diciannovesima edizione di “Fight Clubbing“, rassegna presentata questa mattina nella sala giunta di Palazzo Carafa alla presenza del Sindaco di Lecce Paolo Perrone, della Consigliera Comunale con delega allo Sport Nunzia Brandi e del pluricampione mondiale di Muay Thai Fabio Siciliani, promotore dell’iniziativa. 

L’evento può essere considerato a tutti gli effetti un reality show e costituisce la tappa conclusiva di un tour di oltre 20 tappe in cui sono stati selezionati, in tutto il territorio nazionale, gli atleti che domani si sfideranno sul ring. L’idea di questo evento nasce da una tradizione thailandese che vedeva numerosi lottatori sfidarsi a Bangkok il 5 dicembre in occasione del compleanno del re. Questa ricorrenza costituiva l’occasione per mettere in atto una sfida tra due arti marziali, il Sanda cinese e il Muay Thai thailandese, per decretarne la migliore. Ma come fanno gli atleti a sfidarsi su discipline con regole così diverse? Semplice, con il consenso della federazione nazionale è stato formulato un regolamento ibrido su cui sono già stati istruiti gli arbitri che dirigeranno gli incontri di domani. 

La sempre maggiore importanza del Muay Thai nel panorama sportivo nazionale è testimoniata dalla presenza delle telecamere di Rai Sport e Mediaset che trasmetteranno i duelli di domani nel periodo tra il 28 marzo e il 28 giugno. Di questo crescente appeal è molto soddisfatto Fabio Siciliani che vede questo sport come “un modo per incanalare nella giusta direzione forze che altrimenti sarebbero state disperse per strada“. Impossibile, poi, non ricordare il fondamentale sostegno degli sponsor: “Grazie a loro siamo riusciti a portare a Lecce atleti quotatissimi che domani saliranno sul ring. Lecce sta diventando sempre più un polo di eccellenza per questa disciplina che in altri paesi europei ha una diffusione paragonabile a quella del calcio“. Un campione come Fabio Siciliani che all’attivo ha diversi campionati del mondo vinti ha ancora un sogno da realizzare: “A Lecce abbiamo uno splendido Anfiteatro Romano e sogno di combattere lì il mio ultimo duello. Potrebbe essere anche un’ottima ambientazione per trofei patrocinati dal Comune di Lecce“. 

La Consigliera Nunzia Brandi ha sottolineato come vedere da vicino il Muay Thai sia servito a superare un iniziale scetticismo: “All’inizio lo consideravo uno sport violento ma poi questa si è rivelata un’esperienza bellissima. Quest’evento supporta anche  una campagna di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne e gli stessi organizzatori hanno tenuto in più occasioni corsi di difesa personale per le donne“. 

In chiusura di conferenza stampa, ha preso la parola anche il sindaco di Lecce Paolo Perrone che ha sottolineato con amarezza come la precaria condizione finanziaria degli enti locali non abbia permesso al Comune di Lecce di sostenere l’evento economicamente come fatto nelle passate edizioni e come sia stato possibile contribuire solo concedendo l’utilizzo delle strutture sportive comunali. “Gli sport minori – ha concluso il Sindaco – svolgono una funzione sociale fondamentale permettendo ai giovani di schivare esempi non sempre positivi che questa società offre. Non posso che compiacermi anche per i benefici che la città ottiene grazie a questo evento che permette di implementare l’attrattività del territorio anche, ma non solo, dal punto di vista sportivo“.

Redattore Paisemiu.com

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous article#Ultim’ora: violento incidente sulla superstrada Brindisi – Lecce
Next articleCatanzaro-Lecce: presentazione e probabili formazioni