Lecce, i nodi da sciogliere in vista del Siracusa

0
341

Lecce – Squadra che vince non si cambia. È questo il detto che ha accompagnato le prime fasi del campionato del Lecce di mister Padalino, secondo a quota 13 punti dietro al Foggia capace di centrale l’en-plein di 15 punti in cinque partite. L’avvio comunque più che entusiasmante dei giallorossi non deve far allentare la tensione in vista della partita di Siracusa, match in cui Lepore e compagni vorranno ritornare a tutti i costi alla vittoria dopo lo 0-0 di domenica sera contro la Casertana.

In terra siciliana, di fronte, ci sarà una squadra vogliosa di uscire da una posizione difficile in classifica. Il Siracusa, infatti, occupa la penultima piazza del campionato a quota 2 punti, davanti soltanto al Catania (appesantito dal -7 in classifica e ora a -1). Al “De Simone”, i giallorossi potrebbero presentarsi con qualche novità tattica, finalizzata soprattutto a far tirare il fiato a qualche elemento sempre presente.

Centrocampo – L’indiziato numero 1 potrebbe essere capitan Checco Lepore, destinato a un turno di riposo dopo le molteplici fatiche di inizio campionato in una collocazione tattica che, come gli anni scorsi da terzino, lo costringe ancora una volta a un gran lavoro sporco. L’alter ego del ragazzo delle ex Case Magno è Luca Fiordilino, classe 1995 con alle spalle una stagione da titolarissimo nel Cosenza di Mauro Meluso. In serbo però ci sono altre novità. Lo 0-0 con la Casertana ha presentato al pubblico del “Via del Mare” Radoslav Tsonev, play basso capitano dell’under 21 bulgara. Brevilineo dalle indubbie qualità tecniche, darebbe il cambio ad Arrigoni.

Valzer in porta? – L’ottima prestazione di tre giornate fa contro il Melfi sembra aver segnato una svolta tra i pali. Marco Bleve si è guadagnato a suon di buone prestazioni la maglia da titolare a scapito di Lys Gomis, e la paratissima al tramonto di Lecce-Casertana ha confermato, per ora, la scelta per la prossima partita. Il momento magico del prodotto del vivaio giallorosso non deve però nascondere le doti di Gomis, arrivato per fare il titolare e distintosi con ottimi interventi sia a Monopoli alla “prima” in campionato sia in Coppa Italia, soprattutto contro il Genoa.

Qui Siracusa – Si è parlato della voglia di riscatto del Siracusa di mister Stefano Sottil, reduce dal 2-0 incassato a Castellammare di Stabia che ha interrotto la mini-serie positiva di due pareggi (Taranto e Monopoli) che hanno sbloccato lo zero in classifica. In settimana il patron Cutrufo e il difensore Sciannamè hanno suonato la carica, dimostrando di non temere l’avversario e di puntare dritto alla vittoria, sarebbe il primo successo stagionale. L’unico indisponibile del Siracusa è Valente, out per una lesione. Saranno da valutare Baiocco, leader dei biancazzurri a 41 anni dopo le esperienze in A con Perugia e Catania, e Turati, colpiti rispettivamente da un affaticamento e da un’infiammazione ma recuperabili per domenica.