Alfonso Rampino sulla discarica del Nord Salento: “Con l’assemblea pubblica il PD dimostra di essere vicino alle esigenze del territorio”

0
853

Alfonso RampinoLecce – Sulla dibattuta discarica del Nord Salento che, in questi ultimi giorni, tiene col fiato sospeso cittadini ed amministratori dei comuni che afferiscono all’area situata a Nord di Lecce, interviene Alfonso Rampino, componente della direzione provinciale del PD: “Apprendo con soddisfazione la decisione del responsabile dei circoli PD del Nord Salento, Pierluigi Bianco, di chiamare a raccolta il partito del territorio per discutere dell’ipotesi di realizzazione in zona di un impianto di rifiuti speciali non pericolosi.

Qualche giorno fa lanciai la proposta di un confronto del partito democratico con le popolazioni interessate perché ritenevo che questa fosse la strada da percorrere per un partito che intende rappresentare con autorevolezza gli interessi dei cittadini e promuovere con decisione lo sviluppo del proprio territorio. La scelta del  partito democratico di indire questa assemblea pubblica, dunque, è la scelta migliore per dimostrare che il PD c’è ed è attento alle esigenze del territorio. Sulla scia di quanto già espresso pubblicamente dai Sindaci dell’Unione dei Comuni del Nord Salento, ho già avuto modo di ribadire, nell’ambito del dibattito sviluppatosi nelle scorse settimane, che, a mio parere, la realizzazione di questo impianto non è rispondente alle esigenze di un territorio come il nostro, già vessato da problemi di carattere ambientale, che non può subire anche lo smacco di una nuova discarica.

Sono sicuro, pertanto,  – conclude Rampino – che questa assemblea sarà utile per ascoltare la voce di tutti e suggellare un’affinità di pensiero con i cittadini che, soprattutto su temi così importanti, è fondamentale”.

Paisemiu è una finestra che permette al lettore di affacciarsi ogni giorno sulle notizie del Salento per sapere cosa accade intorno a noi. Un web giornale che vuole rendere partecipi i propri lettori, che vuole entrare nelle loro case e chiedere loro con quali problemi devono convivere ogni giorno, quali le ingiustizie che devono ingoiare senza che nessuno dia loro voce. A questo dovrebbe servire il “quarto potere”, a dar voce a chi non ne ha, facendo da tramite tra i cittadini e le pubbliche amministrazioni spesso poco attente alle esigenze della comunità. Auspichiamo quindi di diventare non solo il vostro punto di riferimento nell’informazione quotidiana ma, soprattutto, il megafono dei cittadini per rendere loro un vero e proprio servizio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore scrivi un commento valido!
Inserisci il tuo nome qui

Convalida il tuo commento... *

CONDIVIDI
Previous articleLecce, i nodi da sciogliere in vista del Siracusa
Next article“PIN”, l’iniziativa per i giovani pugliesi innovativi presentata a Novoli